Il fascismo a Cotignola, un libro per celebrare la Liberazione

0

Settanta testimonianze per raccontare una storia di dolore che non deve essere dimenticata: questo è il cuore del nuovo volume La violenza fascista a Cotignola. Lo squadrismo del Ventennio raccontato dalle vittime a cura dello storico Giordano Dalmonte che verrà presentato domenica 10 aprile alle ore 21 presso il teatro Binario di Cotignola, in occasione del 77esimo anniversario della Liberazione del paese. 

A fare da protagonisti sono proprio i cotignolesi con le loro testimonianze dirette che raccontano come negli anni Venti e Trenta del Novecento furono perseguitati dai fascisti. Racconti che narrano le vicende di persone comuni, non solo di antifascisti militanti o dirigenti politici, divenuti oggetto di minacce, percosse e persecuzioni fasciste. Le loro interviste, raccolte negli anni Settanta da Luigi «Leno» Casadio, il noto partigiano che prese parte all’operazione «Bandiera bianca» il giorno della liberazione di Cotignola, trovano spazio in questo nuovo volume, arricchito da un’introduzione storica sull’avvento del fascismo a Cotignola e una biografia di Leno. 

Il Teatro Binario per una sera si trasforma così in un luogo di memoria, nel ripercorrere le pagine di una storia di violenze guidati dalle parole del curatore del volume, di Giuseppe Masetti, direttore dell’Istituto storico di Ravenna, e dell’archivista Anna Attiliani.

Domenica 10 aprile, La violenza fascista a Cotignola. Lo squadrismo del Ventennio raccontato dalle vittime, Teatro Binario Cotignola – info e prenotazioni: 0545 908826, eventi@comune.cotignola.ra.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.