Sere d’estate semplicemente speciali, a Castel Bolognese

2
39
Alfonso Cuccurullo

 

Fino al 30 settembre è in programma una stagione estiva a Castel Bolognese ricca di proposte culturali: Sere d’estate semplicemente speciali il titolo della rassegna giunta alla tredicesima edizione.

Il programma, che integra le proposte dell’Amministrazione Comunale e quelle dell’associazionismo locale, prevede quest’anno oltre 100 eventi tra danza, presentazioni di libri, arte, musica, sport, cinema e spettacolo e itinerari guidati per la riscoperta dei luoghi storici nel centro del paese e di quelli naturalistici nel circondario, come il MaAB (Museo all’aperto Angelo Biancini), il Mulino Scodellino, il Parco Fluviale con il percorso della Legalità, la Diga Steccaia di Tebano, il centro di ricerca espressiva Vecchio Macello.

Il coinvolgimento ed il contributo delle associazioni castellane, in sinergia con i Servizi Cultura, Turismo, Biblioteche, Musei e Sport, garantisce una proposta che si arricchisce esponenzialmente nella pluralità dei linguaggi di espressione.

Ecco alcuni degli eventi e dei personaggi di questa lunghissima estate castellana (QUI il pieghevole con il programma completo): Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, nella sua veste di illustratore; Antonio Cotecchia con un murales dedicato a Nicola Utili e Leo Ceroni; gli autori Massimo Vitali, Cristiano Cavina, Matteo Cavezzali e Gianni Siroli con i loro ultimi libri; i concerti di Roberta Giallo con proiezione e disegni e la Eusebio Martinelli Gipsy OrkestarAlfonso Cuccurullo in due spettacoli per bambini e per adulti; la notte dell’archeologia al museo civico; il trail della Serra, e ancora danza sul palco, danza al fiume, danza al mulino Scodellino, cinema all’aperto e gli spettacoli della scuola comunale di musica “Nicola Utili” al Vecchio Macello.

Un’attenzione speciale, anche quest’anno, è rivolta ai più piccoli, con le letture ad alta voce, i burattini, la magia, i laboratori musicali, il mercatino dei bambini ed altre iniziative a loro dedicate.

“A guardarlo da lontano questo cartellone rappresenta la fiducia, il fermento, il desiderio di esserci, di fiorire e far fiorire un paese, di sentirsi parte del meccanismo che genera sorrisi e benessere” dice Luca Selvatici, Assessore alla Cultura.

“È un invito ad esserci. Partecipare è il gesto più importante per dimostrare che tutto questo è qualcosa di importante, formativo, vivo e vivace” aggiunge Luca Della Godenza, sindaco di Castel Bolognese.

 

fino al 30 settembre – Castel Bolognese (RA), luoghi vari

 

2 COMMENTS

Comments are closed.