Garantito da noi: Grenze – Arsenali Fotografici

0
Grenze Arsenali Fotografici, Spazio Espositivo © Grenze Arsenali Fotografici, Sara Pellizzer

 

Torna Grenze – Arsenali Fotografici: il festival internazionale di fotografia, giunto alla quinta edizione, si svolgerà nel quartiere di Veronetta al Bastione delle Maddalene e in varie location del centro di Verona dall’1 al 26 settembre.

Il nutrito programma del Festival è dedicato al tema del falso. Il falso come dubbio metodico sulla presunta verità dell’immagine. Il falso come indagine sul destino e non sull’origine della fotografia. “La realtà non è l’opposto della finzione. Anzi. La finzione è un ponte per comprendere la realtà”.

La curatela e la direzione artistica del festival sono a cura di Simone Azzoni, docente IUSVE e critico d’arte e Francesca Marra, fotografa e docente, affiancati da un team giovane e dinamico di studiosi, studenti e appassionati di fotografia.

 

Valerie_Reflection © Lina Pallotta, Bologna 2010, per gentile concessione dell’autrice

 

Gli autori 

Anche per l’edizione 2022 si ripropone il respiro internazionale che ha contraddistinto il festival nelle precedenti edizioni, con mostre di autori nazionali e internazionali (Giappone, Sud Africa, Serbia, Austria, Catalogna) che indagano appunto il tema del falso nelle sue declinazioni.

Per la main section: Francesco Amorosino con “Fantastic Voyage”, Susi Belianska con “Secret Garden”, Joan Fontcuberta y Pilar Rosado con “DÉJÀ-VU” (anteprima assoluta per l’Italia), Thania Petersen con una selezione dai suoi lavori, Klaus Pichler con “This will change your life forever”, Sethembile Msezane con “Kwasukasukela – Re-imagined bodies of a (South African) 90s born Woman (2015-2016)”, Ruben Torras Llorca con “Road Moview”, Kai Yokoyama con “The day you were born, I wasn’t born yet”, Sonja Žugić con “Dissappearing”, Sara Munari con “Non ditelo a mia madre. Don’t let my mother know”, Lina Pallotta con “I AM I”, Valeria Laureano con “AMALÌA”, Paula Sunday con “Diario di una doppia, uso singola”.

Per la sezione OFF: Silvia Barp con “Ràmici”, Chiara Bruni con “L’ora in cui non sapevamo nulla l’uno dell’altro”, Alessandro De Leo con “Contatto”, Janowska Jadwiga con “False Flag”, Nahid Rezashateri con “Il vento ci porterà via”, Stefano Zancan con “Cowland”, Chiara Zuanazzi con “0”5”. 

 

Untitled © Thania Petersen, per gentile concessione dell’autrice

 

Le location 

Sono diverse le location che ospiteranno le mostre dell’edizione 2022 di Grenze – Arsenali Fotografici, in una sorta di virtuale abbraccio che il festival intende rivolgere alla città di Verona in generale e in particolare al quartiere di Veronetta, uno dei più vivaci e multietnici della città scaligera.

Le mostre di Amorosino, Belianska, Fontcuberta/Rosado, Petersen, Pichler, Msezane, Torras Lorca, Yokoyama, e Žugić si terranno al Bastione delle Maddalene.

Le mostre di Munari e Pallotta sono allestite presso Grenze | Galleria d’Arte Contemporanea, in collaborazione con Isolo17, in via XX Settembre e quelle di Laureano e Sunday presso Spazio Alva in vicolo Terrà 5.

Una location affascinante ospiterà le mostre del Circuito OFF (Barp, Bruni, De Leo, Jadigwa, Rezashateri, Zancan e Zuanazzi): il Lazzaretto di Verona. Costruito per volere della Repubblica di Venezia a partire dal 1549 fu terminato in tempo per ospitare i malati dell’ondata di peste del 1630, che fu l’ultima a colpire la città di Verona. Dal XVII secolo fu usato come deposito di munizioni fino alla seconda guerra mondiale, quando due esplosioni rasero al suolo gli edifici e resero la zona come si vede ancora oggi. Negli anni sessanta del novecento il tempietto circolare al centro del Lazzaretto fu ricostruito. 

 

Immagine da “DÉJÀ-VU” © Joan Fontcuberta y Pilar Rosado, per gentile concessione degli autori

 

Eventi collaterali 

La proposta di Grenze Arsenali Fotografici non si limita alle sole mostre in programma: per tutta la durata del festival la programmazione si allarga con eventi, conferenze, workshop e laboratori.

Venerdì 2 settembre, presso la Sala Farinati della Biblioteca Civica di Verona dalle ore 17 alle ore 19 si terrà la serata di premiazione della terza edizione dei VIDEO ART AWARDS, ideato dal Centro Luigi Di Sarro di Roma.

Sabato 3 settembre, dalle 11 alle 13 – sempre presso Sala Farinati – il talk conclusivo del ciclo di conferenze Tank. Sviluppare l’immaginario: intervengono Cristina Baldacci, Moira Ricci e Paolo Schianchi, con la partecipazione straordinaria di Pilar Rosado. Modera Yvonne De Rosa di Magazzini Fotografici (NA). Tank è promosso dal Centro Internazionale Scavi Scaligeri – Comune di Verona in collaborazione con Grenze Arsenali fotografici.

Sempre sabato 3 settembre sarà possibile visitare le mostre in compagnia di autori e curatori, con i seguenti orari: alle 16 presso Grenze Galleria d’Arte Contemporanea, alle 17 presso Spazio Alva per concludersi a partire dalle 18 presso il Bastione delle Maddalene.

Domenica 4 settembre ricca di appuntamenti: presso il parco del Bastione delle Maddalene Sara Pellizzer guiderà un laboratorio di cianotipia per ragazzi tra gli 8 e 12 anni (iscrizione obbligatoria, 12 posti disponibili) dalle ore 10 alle 12:30.

All’interno del Bastione – con orario 10-12 – Yvonne de Rosa, Valeria Lureano e Paula Sunday di Magazzini Fotografici effettueranno una lettura portfolio: obbligatoria l’iscrizione, il costo è di 15 euro.

Dalle 9:30 alle 12:30 Michele Pascarella guiderà il Laboratorio Opere aperte, una attività per allenarsi a guardare il mondo attraverso la fotografia contemporanea. (Iscrizione obbligatoria, costo €35).

Al parco del Bastione delle Maddalene ricca presentazione di libri, dalle ore 10 alle ore 12: Nicolò Bello presenta “Dolce Via Nova” di Charles H. Traub edito da Lazy Dog Press. Nicolò Bello proseguirà presentando “The Picture Man. In conversazione con Gusmano Cesaretti” di Stefano Lemon edito da Lazy Dog Press. Valentina De Pasca presenta “Legarsi alla Montagna” di Maria Lai edito da 5 Continents Editions. Giovanni Cecchinato presenta il suo libro “Alemagna – Luoghi e paesaggi lungo la SS51” a cura di Steve Bisson. Francesco Amorosino presenta il suo libro autopubblicato “Fantastic Voyage”

A partire dalle ore 16:00, sempre al parco del Bastione delle Maddalene, Vincenzo Scorza e Giovanni Motta discuteranno di NFT (non fungible tokens). Evento moderato da Fabiana Bussola – caporedattrice Cultura di Heraldo – in collaborazione con perAspera Festival.

Venerdì 9 settembre, in collaborazione con Isolo17, Sara Munari presenta – presso gli spazi di Grenze Galleria d’Arte Contemporanea – “Un’ora sul pianeta Musa” in un evento aperto al pubblico e ad ingresso gratuito.

Sabato 10 (dalle 10 alle 18) e domenica 11 settembre (dalle 10 alle 17) Sara Munari curerà un workshop di Street Photography: 14 posti disponibili, iscrizione obbligatoria. Necessaria una reflex o mirrorless, in mancanza della quale anche uno smartphone sarà sufficiente. La sede del workshop di street photography è la scuola secondaria Valerio Catullo in via Breccia San Giorgio 1.

 

1-26 settembre – Verona, luoghi vari

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.