Spina100. Dal mito alla scoperta

0

Per raccontare i 100 anni di Spina, la Galleria d’Arte di Palazzo Bellini di Comacchio ospita la mostra “Spina 100 – Dal mito alla scoperta: a un secolo dal ritrovamento della città etrusca” – dal 1° giugno al 16 ottobre 2022 –, con un percorso espositivo articolato in una sequenza di ambienti per rivivere la scoperta dell’antica Spina e del suo tesoro. Un viaggio dalla fondazione, intorno alla metà del VI secolo a.C., fino al suo ruolo di porto privilegiato di Atene nel nord Adriatico, il declino intorno alla metà del III secolo a.C., gli scavi con il rinvenimento in Valle Trebba della prima tomba durante alcuni lavori di bonifica delle Valli di Comacchio e tutta l’epopea archeologica.

Sono infatti trascorsi 100 anni dalla straordinaria scoperta della prima tomba della necropoli di Spina, città etrusca delle Valli di Comacchio (FE) che un secolo fa fece il suo ingresso nella storia: era esattamente il 3 aprile 1922. Con l’inizio delle bonifiche nelle Valli di Comacchio, in Valle Trebba, si scoprì la prima tomba della necropoli. Prese così avvio l’epopea archeologica che portò alla scoperta di oltre quattromila tombe e che culminò con il ritrovamento dell’abitato di Spina, nel 1956, ancora oggetto di ricerca.

Spina fu fondata fu fondata sulla sponda destra dell’Eridano, l’antico corso del Po, attorno alla metà del VI secolo a.C. e divenne il porto privilegiato di Atene nel nord adriatico, assumendo il controllo dei traffici verso l’intera valle padana. Porta d’ingresso della grecità in Occidente, l’importanza ed il ruolo di Spina furono tali da meritare alla città uno dei massimi onori per il mondo antico, quello di possedere un “tesoro” nel grande santuario di Delfi. Un onore riservato generalmente alle città greche. Sulla fine del IV secolo a.C. i mutati assetti politici e commerciali, con la calata delle popolazioni celtiche, nonché l’espansione di Siracusa e il declino dell’influenza greca, la città iniziò il suo declino e l’insediamento etrusco cadde nell’oblio della storia. I continui mutamenti geomorfologici trasformarono radicalmente il paesaggio deltizio e dell’antica città si perse ogni riferimento.
Per celebrare i 100 anni di Spina, da giugno 2022 Comacchio e il suo territorio saranno luogo di eventi e di speciali novità per i visitatori, che potranno immergersi nel sorprendente universo etrusco di Spina. Dal 1 giugno al 16 ottobre a palazzo Bellini di Comacchio si tiene il primo evento espositivo. Le celebrazioni proseguiranno in seguito a Ferrara (Museo Archeologico Nazionale – dicembre 2022/aprile 2023), e, infine, a Roma (Villa Giulia – primavera 2023).

Fino al 16 ottobre 2022.

Comacchio (FE), Palazzo Bellini. via Agatopisto, 5. Info & Orari: museodeltaantico.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.