Finale con Luca Barbarossa a Riccione: albe da tutto esaurito

1

 

“All’alba vinceròòò”… inutile resistere: la magia al sorgere del sole è istintiva nella radice ancestrale di ogni essere vivente. Anche quest’estate infatti, in Romagna come, altrove, sono stati molto partecipati gli appuntamenti che hanno avuto come scenografia lo scorrere del tempo sul nascere del giorno.

Probabilmente il maggior successo di pubblico si è registrato sulle spiagge di Riccione con la rassegna Albe in Controluce, conclusa domenica scorsa 28 agosto 2022 dal bellissimo concerto di Luca Barbarossa.

E “Gagarin” era lì, tra i quasi duemila (due-mi-la!) ultramattinieri arrivati apposta, anche da molto lontano, per una tappa originale di Non perderti niente Tour del cantautore romano.

Il popolo del primo sole in musica sa bene, puntando la sveglia ad ore inusuali, quali atmosfere aspettarsi; sono gli artisti che non hanno mai fatto l’esperienza a stupirsi: “Quando me l’hanno proposto -ha esordito Barbarossa- non pensavo fosse così… Riccione, serenata all’alba. Mai visti tanti mattinieri in un colpo solo, grazie!”. Forse qualcuno avrà rivelato, all’ultimo ospite di questa edizione, che due settimane prima per ascoltare Diodato erano almeno in tremila, ma senza nulla togliere alla meraviglia dell’evento.

 

ph Daniele Casalboni

 

“Tutti i sette concerti di questa Albe in Controluce sono andati molto bene” ha commentato, concludendo l’edizione 2022, la neo- Sindaca Daniela Angelini. Ed è stata una bella prova per la Municipalità riccionese appena rinnovata, che per l’occasione ha collaborato con la Cooperativa Bagnini nostrana e con gli operatori balneari.

La direzione artistica di Simone Bruscia, come nelle precedenti stagioni, ha operato cercando di accontentare il pubblico più diverso.

Tornando alle sabbie della ‘zona 128’, dove stavolta era montato il palco del concerto (ogni data ha avuto diversa location), hanno accolto tante persone anche grazie a “Radio2 Social Club”, popolarissima trasmissione radiofonica RAI che riprenderà dal 12 settembre i consueti appuntamenti quotidiani. Con l’artista capitolino gli ottimi musicisti che, oltre negli spettacoli, l’accompagnano anche via etere: Emanuele Ciampichetti, Meki Marturano e Claudio Trippa.

L’alba riccionese è risuonata alternando canzoni conosciutissime, alcune in romanesco, con gradevoli sprazzi di riflessioni e ricordi personali, molti ambientati in Romagna. “Questa è l’East coast italiana -ha detto l’ospite- ed è bello essere qui per me, che ho iniziato cantando per strada i brani della West coast americana”.

A Barbarossa, poi, ha portato fortuna la vittoria, nel 1980, al Voci Nuove di Castrocaro: “Da lì la partecipazione a Sanremo -proseguendo- e, visto l’inaspettato grande successo, il ritorno l’anno dopo allo stesso Festival. Fui chiamato a premiare i primi classificati, che erano Zucchero ed Eros Ramazzotti!”.

Da queste parti stanno pure momenti più recenti della sua carriera: “La collaborazione romagnola con gli Extraliscio ed il grande Mirco Mariani – ha raccontato il musicista- ha prodotto il brano E’ così“.

 

ph Daniele Casalboni

 

Il tour di quest’estate prende il nome dal libro biografico che il cantautore ha pubblicato con Mondadori, festeggiando i 60 anni, nel 2021: 180 pagine intense che molti, a Riccione, avevano portato da autografare. E lui non si è sottratto, con le opportune cautele, al calore dei suoi fan. D’altro canto la notorietà e la simpatia che riscuote, un po’ dovunque nelle varie tappe del tour sono frutto di sensibilità ed intelligenza non comuni.

Qualità in Barbarossa così naturali da motivare un premio, che gli verrà consegnato sabato prossimo, all’ultima tappa del tour, in Vallecamonica.

Sarà in quella terra di misteri preistorici e potente spiritualità per il Festival Shomano – dallo sciamano allo showman, da vent’anni rassegna dei migliori artisti scelti dal Club Tenco per il CCTC- Centro Culturale Teatro CamunoUna prestigiosa targa viene assegnata a chi rappresenti sia l’anima mediatica -comunicativa, brillante- dello showman, sia quella medianica -riflessiva, quasi terapeutica- dello sciamanoL’hanno finora ricevuta artisti come Jannacci, Crozza, Conte, Ranieri, Vanoni e Marcoré, capaci di far evolvere le persone facendo spettacolo.

 

1 commento

  1. Gentili Signori, si precisa che il Club Tenco patrocina il Festival INternazionale Dallo Sciamano allo Showman (www.shomano.it), ma non interferisce su artisti da invitare e Targhe da assegnare. il Cast, come l’assegnazione delle Targhe viene deciso dal Direttore Artistico, fino al 2007 dal compianto Sergio Bardotti e in seguito da Nini Giacomelli (www.ninigiacomelli.it).
    Il Festival circuita non solo in Valle Camonica, quest’anno ha aperso la Rassegna a Procida (Capitale della Cultura 2022), in altri anni a Barcellona, San Francisco, Roma…

    Cordialmente

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.