Flush Festival, editoria e femminismo

0

Tre giorni all’insegna delle produzioni editoriali del femminismo contemporaneo: questo anima la seconda edizione di Flush Festival, la rassegna organizzata presso il Centro di Documentazione delle Donne di Bologna  che torna da venerdì 16 a domenica 18 settembre. Un weekend ricco di incontri, workshop e laboratori.

Asimmetria è la parola che meglio descrive la distribuzione dei ruoli e l’assegnazione di riconoscimenti all’interno del settore editoriale e digitale. Un’asimmetria che colpisce numerose delle lavoratrici e professioniste della filiera editoriale. Flush Festival nasce proprio per porre l’accento su questa problematica, con l’obiettivo di attivare un nuovo pubblico di giovani lettrici, creator digitali e book influencer interessate a conoscere le risorse creative e i progetti che investono su una partecipazione equa e inclusiva.

Accanto agli incontri con le autrici e divulgatrici digitali, non mancheranno una serie di laboratori dedicati all’utilizzo delle tecnologie digitali per la produzione e divulgazione di contenuti. In particolare, l’edizione di quest’anno guarda all’immaginario delle autrici di fantascienza: Chiara Reali, Oriana Palusci, Romina Braggion, Giuliana Misserville, Laura Coci rifletteranno insieme sullo spazio dedicato a questo genere letterario in Italia, ai temi da esso affrontato e ai suoi intrecci con il femminismo. In compagnia invece di Nicoletta Vallorani, Francesca Cavallero, Elena Di Fazio, Diletta Crudeli, Angela Bernardoni, Natalia Guerrieri, Martina Del Romano, Elisa Emiliani e Silvia Tebaldi si parlerà delle vere e proprie tecniche della fantascienza: come scrivere e come catturare il pubblico di lettori (per lo più uomini).

Spazio anche alle visite guidate, alla scoperta della Biblioteca italiana delle donne e dell’Archivio di storia delle donne, ma anche agli acquisti letterari: il Festival ospiterà infatti anche una piccola fiera con oltre 20 espositrici di editoria indipendente, femminista e produzioni DIY. Un modo per offrire ai partecipanti non solo la possibilità di mettersi alla prova, ma anche di osservare e riflettere su quello che succede oggi nel settore delle produzioni editoriali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.