Dai cent’anni della Marcia su Roma al mondo dopo l’Ucraina: tre docufilm in prima nazionale, al 900fest

0
The Living (shooting)

 

È in programma a Forlì dal 26 al 29 ottobre la nona edizione del 900fest – Festival di Storia del Novecento, dal titolo-tema Fascismi e internazionalismo democratico. A integrazione del denso programma di incontri, aperti a tutta la cittadinanza, con autorevoli storici italiani e internazionali, mercoledì 26 e giovedì 27 ottobre saranno presentati in prima nazionale i docufilm Operazione: marcia su Roma, The Living e Spell your name, co-prodotto da Steven Spielberg.

 

Operazione marcia su Roma

 

«Qual è la vera storia della marcia su Roma? Perché l’Italia è rimasta passiva e impotente dinanzi all’ascesa del fascismo e alla radicalizzazione dei suoi giovani? In occasione del centenario della marcia su Roma, l’opera getta una nuova luce su questo evento»: Valentino Misino, autore di Operazione: marcia su Roma (2022, 52’), introduce il docufilm che sarà presentato mercoledì 26 ottobre alle ore 15 a Palazzo Romagnoli, a Forlì «Roma, 31 ottobre 1922. Le camicie nere di Mussolini marciano per le strade della città. Tra queste: Ernesto Alvino, giovane corrispondente della città di Lecce per il giornale fascista Il Popolo d’Italia, e Ines Donati, attivista e studentessa d’arte. Entrambi hanno vent’anni. Il loro ideale rivoluzionario ha appena trionfato: il fascismo, infatti, ha occupato Roma con la forza. Eppure, appena tre giorni prima, queste stesse camicie nere attendevano impotenti sotto la pioggia, bloccate alle porte chiuse della capitale, mentre Benito Mussolini otteneva l’incarico di Primo Ministro grazie ad un’abile negoziazione politica, condotta dietro le quinte».

Valentino Misino, regista, produttore e attore attivo tra Los Angeles, Parigi e Roma, è collaboratore di Luce Cinecittà per il festival del cinema italiano di Los Angeles, Cinema Italian Style. Ha conseguito un Master in regia e produzione presso la prestigiosa USC School of Cinematic Arts di Los Angeles, scuola che annovera tra i suoi studenti illustri George Lucas e ad honorem Steven Spielberg.

La visione del docufilm, in francese con sottotitoli in italiano, sarà introdotta da Paola Salvatori.

Lingua originale con sottotitoli in italiano anche per i due docufilm del regista Serhiy Bukovsky in programma al 900fest: The Living e Spell your name.

The Living (2008, 76’), che sarà presentato mercoledì 26 ottobre alle ore 20.45 alla Sala San Luigi di Forlì, si basa sulle testimonianze di ucraini sopravvissuti alla grande carestia (Holodomor) del 1932-33. Racconta anche la storia del giornalista britannico Gareth Jones, i cui resoconti sulla tragedia ucraina rimasero a lungo inascoltati in Occidente.

 

Spell your name

 

Stesso luogo e orario ma il giorno seguente (giovedì 27 ottobre) per Spell your name (2006, 90’), docufilm prodotto da Steven Spielberg e Victor Pinchuk realizzato con testimonianze raccolte nell’Usc Shoah Foundation Institute Archive e con materiali girati nell’Ucraina contemporanea.

Serhii Bukovskyi è nato nella Bashkiria, repubblica autonoma dell’ex Unione Sovietica. Suo padre era il regista Anatoliy Bukovsky e sua madre è l’attrice Nina Antonova. Fin dall’infanzia vive a Kiev. Si è diplomato in regia presso il Dipartimento di Cinema dell’Istituto Statale di Belle Arti Karpenko-Karyi Kyiv. Dopo aver prestato servizio nell’esercito sovietico, ha lavorato per oltre un decennio presso lo Studio ucraino del cinema documentario. In quarant’anni di carriera cinematografica, ha realizzato più di trenta film. Alcuni di essi sono stati portati premiati in prestigiosi festival internazionali a Lipsia, Nyon, Amsterdam, Cracovia, New York. 

 

26 e 27 ottobre – Palazzo Romagnoli, via Cesare Albicini 12, Forlì – Sala San Luigi, via Luigi Nanni 14, Forlì – ingresso gratuito – info: info@alfredlewin.org, 0543 36698,

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.