Pas de deux di Giulio Petrucci e Jari Boldrini: prova aperta a Mondaino

0
ph Cosimo Trimboli

 

Si terrà venerdì 28 ottobre al Teatro Dimora di Mondaino la prova aperta al termine della residenza di C.G.J. Collettivo Giulio e Jari (composto da Giulio Petrucci e Jari Boldrini) per la ricerca e la composizione del nuovo spettacolo Pas de deux.

La residenza rappresenta l’ultima tappa del percorso di sostegno DNAppunti Coreografici prima del debutto a RomaEuropa Festival, domenica 30 ottobre.

DNAppunti Coreografici è un progetto di sostegno per giovani coreografi e coreografe under 35, strutturato in diverse fasi di ricerca e creazione, che nasce da un lavoro sinergico su territorio nazionale tra Centro Nazionale di produzione della danza Virgilio Sieni, Operaestate Festival/CSC Centro per la scena contemporanea del Comune di Bassano del Grappa, Centro di Residenza Emilia Romagna (L’arboreto – Teatro Dimora | La Corte Ospitale), Fondazione Romaeuropa, Gender Bender Festival di Bologna, Triennale Milano Teatro.

 

ph Cosimo Trimboli

 

L’attrazione per l’immaginario del Pas de deux accompagna l’esplorazione della potenza di un sistema scenico che, nella storia del balletto, ha messo in luce il profondo valore del legame e della relazione.

Prendendo spunto dagli aspetti essenziali del passo a due, la performance sviluppa un linguaggio coreografico che, grazie al movimento, apre la possibilità di liberare stati emotivi attraverso intenzioni, dinamiche e incastri spaziali.

L’emersione di climax e di atmosfere sempre più rarefatte guida gli interpreti in un luogo di totale astrazione, dove ogni forma di dialogo ricrea scorci di narrazione senza definire mai un concreto.

Un percorso di paesaggi visivi esplorato attraverso il corpo, che attinge ad un illusorio senza tempo per trasmettere nuove forme di virtuosismo.

 

ph Riccardo Panozzo

 

Il foyer D.E.A. Dimora di Esposizioni d’Arte continua a essere fino alla fine dell’anno palcoscenico per i giovani animatori e disegnatori del territorio marchigiano che fanno parte di ALMA Associazione Libera Marchigiana Animatori.

C’è un cane che abbaia tutta la notte è il titolo della mostra di disegni di Giulia Betti che è stata inaugurata nei mesi scorsi all’interno di una collettiva che ospitava altri artisti di Alma Animatori. In queste settimane la mostra prosegue in attesa delle nuove immagini che nasceranno dal dialogo tra l’artista e Mèlodie Lasselin e Simon Capelle del collettivo ZONE – poème – che saranno in residenza a Mondaino nel mese di novembre. La collaborazione nasce all’interno del nuovo progetto creativo della compagnia, ENEMY a peace conference, prodotto nell’ambito del progetto europeo Stronger Peripheries: A Southern Coalition, sostenuto da Europa Creativa, del quale l’Arboreto è partner (info).

 

venerdì 28 ottobre, ore 21 – Teatro Dimora, Mondaino (RN) – ingresso a contributo libero, prenotazione consigliata: teatrodimora@arboreto.org indicando nome, cognome, numero di telefono, n° posti oppure telefonando al tel. 0541 624003 – 331 9191041

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.