Il Circolo della Societas, a cura di Chiara Guidi e Vito Matera

0
Chiara Guidi - ph Eva Castellucci

 

Un Teatro, il Comandini di Cesena, sede della storica compagnia Societas Raffaello Sanzio, e di visioni scardinanti della scena contemporanea, riapre nell’era post-pandemica dando segnali di un nuovo modo di concepire l’attenzione, dove, a determinare l’insieme del programma è lo sguardo dello spettatore, invitato a muoversi tra i linguaggi e i motivi creando delle relazioni tra essi: dal cinema all’entomologia, passando per la musica, la filologia e la danza, con una stasi nella preghiera e contemplazione.

È Circolo, “Una serie di incontri, ascolti, sguardi, per riconoscere un’idea di proporzione che lega le cose. Non dunque una spiegazione, ma una comparazione che si può trovare calando all’interno delle singole forme”, spiega Chiara Guidi, che cura il progetto con Vito Matera. Vi partecipano: Piero Boitani, Dewey Dell, Dan Kinzelman, Paolo Fondana, Guidi-Ielasi-Matera-Penna-Dell’Accio, Bob Ostertag, Alessandro Sciarroni, Michelangelo Frammartino, Tenore Supramonte di Orgosolo.

Il calendario è ritmato in tre fine-settimana a cadenza mensile tra novembre 2022 e gennaio 2023 al Teatro Comandini di Cesena, con un prologo presso la Biblioteca Malatestiana, snodo culturale della città.

 

Dewey Dell, I’ll Do, I’ll Do, I’ll Do – ph John Nguyen

 

Sabato 26 e domenica 27 novembre si susseguiranno il filologo Piero Boitani con una lezione sul concetto di riconoscimento (Il caso di Oreste, Elettra e Amleto, incontro, sabato alle 17.00), la compagnia di danza Dewey Dell con una performance sulla possessione (I’ll Do, I’ll Do, I’ll Do, sabato alle 21.00) e il musicista Dan Kinzelman con un concerto (Resist/Evolve, sabato alle 22.00) che esplora le frequenze di paesaggi sonori ininterrotti; poi l’entomologo Paolo Fontana – che osserva come le api costruiscano il favo con lo stesso rigore che determina la costruzione di un’opera d’arte umana (Dal culto della grande madre alla dea-ape, incontro, domenica alle 17.00) – oltre al debutto del collettivo temporaneo formato da Chiara Guidi-Giuseppe Ielasi-Vito Matera-Anna Laura Penna-Francesco Dell’Accio che crea un’azione per due voci e chitarra elettrica sulle parole di Stabat mater di Jacopone da Todi (domenica alle 19.00).

Sabato 17 e domenica 18 dicembre il danzatore Alessandro Sciarroni ispirato ai fenomeni migratori di alcuni animali (Don’t Be Frightened of Turning the Page, sabato alle 21.00), il musicista Bob Ostertag che cerca nel suo concerto Sooner or Later la bellezza nelle sonorità di tragiche realtà (sabato alle 22.00); e ancora Ostertag con un incontro (Creative Life, domenica alle 17.00) e Stabat mater di Guidi-ielasi-Matera-Penna-Dell’Accio (domenica alle 19.00).

 

Michelangelo Frammartino, Il buco

 

Sabato 28 e domenica 29 gennaio il cineasta Michelangelo Frammartino – con il suo film ‘speleologico’, Il buco, dedicato alla grotta calabrese tra le più profonde del mondo – (film, sabato alle 17.00, incontro, dal titolo Fuori campo, alle 19.00) e il concerto del coro Tenore Supramonte di Orgosolo portatore di un rito collettivo e gutturale (domenica alle 19.00, dopo un’ultima ripetizione dell’azione Stabat mater (domenica alle 17.00).

A inaugurare il respiro del “circolo”, in forma di prologo, un nuovo appuntamento del laboratorio permanente Libertà di movimento, curato dalla stessa Guidi, giovedì 10 novembre alle 17.00 alla Biblioteca Malatestiana di Cesena: aperto a tutti i cittadini in forma gratuita – attivo dal 2014 e rivolto in particolare a educatori, insegnanti, genitori, artisti – è orientato ad attivare il pensiero per riconoscere nel nostro lavoro quotidiano quella libertà di movimento che può generare invenzioni e domande, e per chiedere alle parole di essere all’altezza della vita.

 

prologo: 10 novembre, Biblioteca Malatestiana, Cesena | 26 novembre 2022 – 29 gennaio 2023, Teatro Comandini, Cesena – gli incontri sono a ingresso gratuito. Ingresso performance e concerti: intero 10 euro ridotto 8 euro (over 60 e soci Coop Alleanza 3.0, soci Arci) 5 euro (under 26 e per chi acquista entrambi gli spettacoli di una stessa serata). Ingresso film: tariffa unica 5 euro. Per tutti gli appuntamenti è consigliata la prenotazione (0547 25566 e 331 1206028, feriali ore 9-17 (331 1206028, anche WhatsApp, sabato e domenica) – info: 338 4850567, info@societas.es

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.