I Lie to You: la dolente poesia di Micah P. Hinson

0

Ho scelto la serata giusta per ascoltarmi il nuovo disco di Micah P. Hinson, menestrello folk-rock statunitense.

Ci sono le lucine di Natale appese alla finestra, fuori piove e poi ci sono io, in camera mia, con il mio cane, Zen.

Ho premuto play ed è partita la magia.

I Lie to You è il nome del nuovo lavoro, confezionato in 5 giorni e 5 notti ad hoc in Irpinia per Ponderosa Music Records, che vede la produzione artistica e musicale del grande chitarrista Alessandro “Asso” Stefana, Raffaele Tisero, virtuoso della viola d’amore, il fenomenale batterista Zeno De Rossi e il mitico contrabbassista Greg Cohen. Uno squadrone con i controcazzi.

10 pezzi e un bonus track, solo digitale, You and Me.

La sua voce rauca e terribilmente profonda ti entra dentro e ti squarcia le viscere.

Stai sereno: la palude della tristezza dove affondava Artax nel film La Storia Infinita ti afferrerà e ti farà sprofondare.

 

 

Micah non ha avuto una vita facile: una storia fatta di dipendenze, dolori fisici e sfighe varie.

Dopo esser disceso più e più volte all’inferno forse nemmeno il diavolo lo spaventa più: eccolo di nuovo fra noi.

Quello che riesce al cantautore è trasmettere tutte quelle emozioni che a parole non riusciresti mai a pronunciare. Questa è la potenza della sua musica, possiamo sentire perfino l’odore della sigaretta che esce dalle sue labbra. Canzoni che parlano d’amore, di vuoti e di rimpianti, il tutto incorniciato da un sound che spazia fra folk, country e rock, tipicamente americano, contrapposto a note di contemporaneità, come un Johnny Cash e un Mark Lanegan, che apprezzeranno il lavoro di Hinson, ovunque siano.

Pura poesia intrisa d’immensa autenticità, fragilità che si trasforma in virtù e pregio da ammirare. 

Per tutto l’anno ho visto solo sorrisi finti con la dentatura e lo smalto brillante, siamo a metà dicembre, siate almeno coerenti e non sorridetemi quest’anno.

Ho solo voglia di sprofondare nel mio letto con questo mesto sottofondo, preferire la tristezza e le lacrime che arrivano dal cuore che la menzogna di una felicità che non sai manco cosa voglia significare.

Tracklist:

  1. Ignore The Days
  2. Carelessly
  3. People
  4. Find Your Way Out
  5. Please Daddy, Don’t Get Drunk This Christmas
  6. What Does It Matter Now?
  7. Walking On Eggshells
  8. The Days Of My Youth
  9. Wasted Days And Wasted Nights
  10. 500 Miles

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.