Martin Scorsese ospite alla Cineteca di Bologna

0
45

Martin Scorsese sarà ospite della Cineteca di Bologna: il regista americano sarà a Bologna venerdì 2 giugno e incontrerà il pubblico al Pop Up Cinema Arlecchino (via delle Lame, 59/a), in occasione della proiezione del suo Goodfellas – Quei bravi ragazzi, abbinata, per scelta dello stesso Scorsese, a quella di Colpo grosso, ovvero il primo Ocean’s 11, realizzato nel 1960 da Lewis Milestone.

Questo il programma, promosso dalla Cineteca di Bologna in collaborazione con Gruppo Hera e Bologna Welcome, della giornata di venerdì 2 giugno al pop Up Cinema Arlecchino: alle ore 17, proiezione di Ocean’s 11 – Colpo grosso; alle ore 20, proiezione di Goodfellas – Quei bravi ragazzi, presentata da Martin Scorsese.

Il biglietto unico per entrambe le proiezioni sarà di 15 euro (intero) e 12 euro (ridotto): le prevendite saranno attive dalle ore 16 di oggi, giovedì 25 maggio, sul sito della Cineteca di Bologna (www.cinetecadibologna.it) >>> EVENTO SOLD OUT

Il maestro statunitense sarà anche a Roma, protagonista di un incontro con il pubblico che si terrà martedì 30 maggio, a partire dalle ore 21, presso il Teatro Ettore Scola, la grande arena all’aperto immersa nel parco di Villa Borghese. L’evento si svolgerà in occasione della proiezione di Mean Streets, uno dei capolavori firmati dal cineasta, e sarà a ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili.

La giornata del 30 maggio sarà completamente dedicata a Martin Scorsese: a partire dalle ore 11, le due sale principali della Casa del Cinema (Cinecittà e Fellini) ospiteranno la proiezione dell’incontro riservato, organizzato in collaborazione con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, che il regista terrà il giorno precedente, lunedì 29 maggio, con gli studenti del CSC – Scuola Nazionale di Cinema. L’accesso alle sale della Casa del Cinema sarà gratuito previo ritiro coupon a partire da trenta minuti prima dell’inizio della proiezione.

La Cineteca di Bologna, con il sostegno di Gruppo Hera e in collaborazione con la Casa del Cinema di Roma, ha affidato al regista americano una Carta bianca per realizzare una grande retrospettiva che attraverserà la sua intera filmografia, abbinata a titoli di altri autori scelti dallo stesso Scorsese.

La prima parte della Carta bianca a Martin Scorsese (che proseguirà poi in autunno) inizierà giovedì 1° giugno al Cinema Lumière (dal 29 maggio la retrospettiva sarà alla Casa del cinema di Roma), con la prima coppia di film: alle ore 21, Mean Streets, diretto da Scorsese nel 1973, preceduto, alle ore 18, da Prima della rivoluzione, realizzato da Bernardo Bertolucci nel 1964.

Martin Scorsese è da molti anni vicino alla Cineteca di Bologna, con cui ha restaurato, grazie a The Film Foundation, alcuni dei più importanti capolavori del cinema italiano, come La dolce vita di Federico Fellini o Il gattopardo di Luchino Visconti.

“La conclusione della nostra stagione 2022-2023 annuncia quella 2023-2024, con un omaggio al Maestro dei Maestri, Martin Scorsese, che ha presentato a Cannes il suo nuovo film, Killers of the Flower Moon, nelle sale italiane a ottobre”, ricorda il direttore della Cineteca di Bologna Gian Luca Farinelli. “Per prepararci alle tre ore e mezza della sua ultima fatica, abbiamo chiesto a Scorsese di scegliere, per ogni suo film, un altro cui si è particolarmente ispirato. Sarà un labirinto di citazioni, una carta bianca atipica, con combinazioni inattese e ad alto tasso cinefilo. Lo iniziamo a giugno, proseguirà per tutto l’autunno e probabilmente anche il prossimo anno. Non potevamo sperare in un accompagnatore migliore di Scorsese nei meandri infiniti del passato e del presente dell’arte che più amiamo”.

La Carta bianca proseguirà al Cinema Lumière venerdì 2 giugno (repliche lunedì 5 giugno) con La morte corre sul fiume di Charles Laughton e Cape Fear, sabato 3 giugno con Il sorpasso di Dino Risi e Il colore dei soldi, domenica 4 giugno (e repliche martedì 6 giugno) con Ombre di John Cassavetes e Chi sta bussando alla mia porta?, mercoledì 7 giugno con Colpo grosso di Lewis Milestone e Quei bravi ragazzi.