Mama's club
Mappa dei luoghi   

Condividi
Informazioni di contatto
Su di noi

Al Mama’s di Ravenna

…”Mollemente cullati nel salotto del turbine intelligente”…

Con una punta di presunzione dovuta alla ormai venticinquennale presenza del Mama’s sulla scena ravennate, prendiamo a prestito, adattandolo, il celebre verso di Baudelaire (ripreso da un famoso libro di Glenn Gould che fu già idealmente presente sul palco del Mama’s alcuni anni orsono).

Da questa citazione cogliamo attinenze e diversità per parlare di questo ormai accreditato circolo che vede in scena in questi mesi la seconda parte della stagione 2017/2018.

L’ala della poesia originale è diventata “il salotto”, parola che meglio si adatta al numero dei posti ed alla atmosfera del Mama’s, luogo apprezzato da musicisti, attori e pubblico per la capacità di attenzione e riguardo, per il calore partecipativo che reciprocamente si crea tra palcoscenico e platea, per le originali proposte.

Poi le luci diffuse e le mai chiassose proposte dei venerdì e dei sabati sono in grado di cullare mente, orecchie e cuore di spettatori abituali e nuove presenze curiose ed attente.

La parola turbine forse è sovradimensionata rispetto alle dimensioni del locale ma certo ben traduce l’affluire sul palco di una quantità, varietà e ricercata qualità di proposte che spaziano ampiamente tra musica, parole e spettacolo offrendo ad esempio, per quest’ultima parte di stagione: una vetrina di iniziative e storie locali, il jazz coniugato col tango e il liscio, poeti e cantautori quasi sconosciuti, temi sociali tra De André 68 ed immigrazione, musica country ed etnica passando dal fado alla musica balcanica fino a quella dei paesi baschi, storie al femminile ed affabulazioni planetarie, etno-jazz e fingerstyle….

Una presentazione qui volutamente vorticosa e turbinosa: un invito a consultare il sito del Mama’s sempre aggiornato e dettagliato (www.mamasclub.it).

Venendo all’aggettivo intelligente, traspare la noncelata ambizione dello stile della proposta Mama’s ove il pensiero e l’approfondimento la fanno da filo conduttore e substrato, sia delle proposte musicali dei sabati, sia delle più commentate serate dei venerdì.

Il verso di Baudelaire citato è tratto dalla poesia “Il vino degli amanti” e se siete amanti, oltre che dell’arte, dell’altro genere o del vostro, anche di un buon cocktail, il bar del Mama’s sarà in grado di offrirvi stimolanti alcoliche misture oltre a un buon caffè e, novità da quest’anno, birra alla spina di qualità.

Per entrare al circolo serve la tessera, un gesto “necessario” e valido per tutti i circoli Arci. Vorremmo che questa necessità si trasformasse in una piccola scommessa, un investimento di risorse e sostegno (magari anche passione) per la nostra proposta e per il suo significato. Allora varrà la pena tenerla nel portafoglio e” spenderla” spesso,

Ed ai più affezionati che la spenderanno nelle sere del sabato, dopo cinque serate la sesta è in omaggio!

Cos’altro aggiungere se non invitare ad un viaggio al Mama’s dove… “è bellezza, calma e voluttà” (la est beauté, calme et volupté – e per ora con Baudelaire abbiamo finito!)

 
Luoghi affini
Circolo Campagnolo
Tre Mori Taverna
Caffè della Rocca