Il 1 maggio alle 11.00 in Piazza della Libertà a Faenza il Teatro  Due Mondi in occasione della Festa dei Lavoratori presenta un’azione in strada del laboratorio di teatro partecipato Senza confini dal titolo Azione Primo Maggio.

La performance vuole essere uno spunto di riflessione sulle migrazioni che avvengo per lavoro, con un occhio rivolto verso il passato e un altro al presente, a chi parte e a chi arriva nel nostro paese.

Così scrive la compagnia nelle loro note: «Quanti italiani hanno lasciato e lasciano casa per cercare lavoro e fortuna in un altro paese? E quanti oggi arrivano in Europa per cercare sicurezza, lavoro e fortuna? Parlare con consapevolezza del diritto a “emigrare” che muove milioni di persone che lasciano fame, povertà e guerra vuole dire ricordare anche i viaggi dei nostri nonni, dei padri e delle madri che sono partiti dalla nostra terra.
Festeggiare il Primo Maggio è augurare lavoro a chi non ce l’ha e rivendicare diritti e tutele per chi lavora. Il lavoro è un mezzo indispensabile per raggiungere felicità e realizzare sogni e questi sono diritti inalienabili che spettano a tutti i cittadini del mondo, uomini e donne, italiani e migranti».

Senza confini prosegue il cammino tracciato in questi ultimi anni dal Teatro Due Mondi nel lavoro con i non-attori su tematiche di urgenza sociale che riguardano il nostro vivere come cittadini del mondo.

Il teatro è una concreta e incisiva modalità per dialogare con la città su questioni di grande attualità ed è un mezzo efficace di comunicazione fra e con gli individui. Senza confini è infatti un progetto aperto a tutti: persone giovani e meno giovani di provenienze, mestieri, lingue, culture ed opinioni diverse.

SILVIA MERGIOTTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.