Gli Animalia di Oscar Dominguez che sovrastano l'Arena (foto di Enrico Contadini)
Gli Animalia di Oscar Dominguez che sovrastano l'Arena (foto di Enrico Contadini)
Gli Animalia di Oscar Dominguez che sovrastano l’Arena (foto di Enrico Contadini)

 

La prima serata è quella dello stupore: i visitatori, per la prima volta, potranno godersi lo scenario realizzato dai volontari di Primola, che ogni anno si rinnova e propone elementi inediti. Le installazioni sono pensate per innestarsi nel paesaggio di campagna: ci saranno gli “Animalia”, enormi animali immaginari realizzati in ferro e sarmenti nel corso di un workshop tenuto dall’artista argentino Oscar Dominguez; ci sono le “Lucciomatiche” di David Loom, le sculture in pane di Matteo Lucca, il “Pesce nel sole” di Alice Iaquinta, la fontana del CER di Franco Patuelli e tanti altri piccoli interventi, più o meno improvvisati, realizzati en passant da Quelli di Primola durante i lavori preparatori.

Alle 19 chi lo vorrà, prima di mettere piede sulla paglia, potrà partecipare a una visita guidata in quei luoghi di Cotignola dove si respirano le storie e gli animi che hanno ispirato i sogni di una comunità. A Palazzo Strocchi, l’insegnante e studiosa di Storia dell’arte Raffaella Zama racconterà della magnifica collezione di strumenti ad arco trafugata dalle truppe naziste durante l’ultima guerra. Massimiliano Fabbri, del Museo Varoli, condurrà delle piccole visite a Palazzo Sforza, Casa Varoli e alla Scuola Arti e Mestieri. Il ritrovo è in piazza Vittorio Emanuele II. Il tour, condotto dall’assessore alla Cultura Federico Settembrini, termina all’Arena.

Alle 20, nella Golena dei poeti, i volontari di Primola apriranno il sipario dell’Arena e alle 20.30 ci sarà il piccolo concerto Le radici del vento, la musica estemporanea in dialogo con il luogo di Fabio Mina (flauto, duduk, danmoi, live electronics).

Alle 22 nel palco dell’Arena, in prima assoluta italiana, un quartetto di jazzisti interpreta La Pasionaria, ricordando Charlie Haden a un anno dalla sua scomparsa. È il grande jazz caldo all’Arena con Daniele D’Agaro (sassofono e clarinetto), Marco Ricci (chitarra), Roberto Bartoli (contrabbasso), Mirco Mariani (batteria, tamburi).

Per i bambini, dalle 18.30 alle 20.30 ci saranno “le olimpiadi della paglia”: un gioco a tappe, tra staffette, ostacoli da superare e aghi nel pagliaio da cercare (età 6-11 anni). Sarà inoltre attivo il laboratorio “I grandi pesci volanti in cartapesta”, a cura dell’associazione Selvatica, con Alice Iaquinta e Gilberto Donati.

Per raggiungere l’Arena è necessario parcheggiare presso il campo sportivo di via Cenacchio, poi proseguire a piedi o in bicicletta; si cammina per 1200 metri tra i filari delle viti e dei kiwi. È possibile percorrere solo la carraia e si consiglia di portare anche una torcia. Servizio navetta per mobilità ridotta prenotabile al numero 333 4183149 (attivo i giorni dell’Arena dalle 18.30). In alternativa, è possibile parcheggiare presso il Distributore non automatico di coraggio, in piazza Amendola a Cotignola, e percorrere a piedi o in bici l’argine sinistro del Senio fino a raggiungere l’Arena.

16-21 luglio – Cotignola (RA) – info: 333 4183149 (dalle 18 alle 20 nei giorni dell’Arena), primolacotignola.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here