Sabato 14 aprile Santarcangelo Festival presenta al Lavatoio l’ultimo appuntamento del 2018 di Wash Up, progetto che negli ultimi mesi ha coinvolto la direzione artistica del Festival e un gruppo di teenager del territorio: la chiusura della rassegna è affidata è affidato al rapper romano Kento e all’artista eritrea Muna Mussie, una delle protagoniste della prossima edizione di Santarcangelo Festival (6/15 luglio), con Oasi, coproduzione tra il festival e Ipercorpo di Forlì.

Wash Up è ideato dai ragazzi in collaborazione con la direttrice artistica di Santarcangelo Festival Eva Neklyaeva, che ha affidato al gruppo di giovanissimi la possibilità di immaginare e organizzare una serie di appuntamenti, dedicati ai loro coetanei, nel teatro della città. Nei cinque sabati di programmazione sono stati presentati gruppi da loro selezionati in confronto con artisti vicini al Festival.

I co-curatori della rassegna sono: Enrico ha una passione per la fotografia e la recitazione, e da qualche anno è uno dei più giovani e accaniti spettatori di Santarcangelo Festival. Miriam ha 20 anni, ama l’illustrazione e l’improvvisazione; Sara preferisce recitare: per lei curare questo progetto significa entrare in prima persona in contatto con il mondo del teatro. Martina, 15 anni, è uno spirito solitario ma pieno di sogni, idee ed ambizioni; Simone, già ballerino e amante della musica, si è avvicinato al teatro per sperimentare un nuovo linguaggio.

SILVIA MERGIOTTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.