Il ritorno alla casa del padre: la Compagnia del Pratello debutta a Bologna

0
ph Veronica Billi

 

Dal 10 al 15 gennaio debutta a Bologna, al Teatro Arena del Sole, Il ritorno alla casa del padre di Paolo Billi per il consueto appuntamento con la Compagnia del Pratello. In scena otto ragazzi in carico ai Servizi di Giustizia minorile: Mouad, Ralph, Elhadji, Ervisi, Hamed, Hamza, Lorenzo e Rayen, insieme a tre studentesse del Liceo Laura Bassi e ad alcuni giovani attori.

La scenografia di Irene Ferrari è stata realizzata durante un laboratorio con i ragazzi dell’Area Penale Esterna.

“Sono tornato, ho attraversato l’ingresso e mi guardo intorno”; questo è l’incipit del racconto di Kafka Ritorno e dello spettacolo, che si compone di alcuni echi da I fratelli Karamazov di Fëdor Dostoevskij e dalla parabola lucana del Figliol prodigo. Tutto accade nel sogno di una notte: tre fratelli si ritrovano a festeggiare la memoria di un padre, tanto simile quanto diverso da loro, perché trasformato dall’esperienza del perdono. La casa del padre si rivela allora un luogo di ricordi frammentati, di sfide e di sudori.

La pièce rappresenta la tappa conclusiva di un lungo percorso cominciato nel 2018 e che, prima esplorando il tema “padri e figli”, poi nel 2022 quello del “perdono”, «ha affrontato – scrive il regista – la paternità da tante prospettive per lo più dolorose: padri adulti che si guardano allo specchio; donne che si interrogano come figlie; ragazze di fronte allo smarrimento dei padri; padri che non lasciano alcuna eredità da tradire ai figli; le orme dei figli che disegnano vie; il padre che riabbraccia e perdona il figlio senza nulla chiedere. E infine i figli che tornano alla casa del padre. Ma è tutto un sogno? Il padre sta in mezzo a noi, aspetta sorridente il ritorno: l’eredità non l’ha lasciata, l’ha divisa in vita, liberandosi così dalla morte».

 

ph Veronica Billi

 

Il ritorno alla casa del Padre s’inserisce inoltre nel progetto Stanze di Teatro Carcere del Coordinamento Teatro Carcere Emilia-Romagna, che prevede per il triennio 2022-2024 sette registi impegnati in sette carceri della regione – Forlì, Ferrara, Modena, Castelfranco Emilia, Ravenna, Parma, Bologna, Reggio Emilia – e presso i Servizi di Giustizia Minorile, sul tema “Miti e utopie: errare, perdono, comunità”.

Il Teatro del Pratello è una cooperativa sociale nata nel 2007 con l’intento di sviluppare e consolidare il progetto teatrale avviato nel 1998 dall’associazione Bloom Culture Teatri presso l’Istituto Penale Minorile di Bologna. Da allora il Teatro del Pratello, con la direzione di Paolo Billi, porta avanti progetti teatrali anche in altri contesti di conflittualità e fragilità sociale, tra i quali la Casa Circondariale di Bologna, dove opera alla Sezione Femminile, e l’Istituto Penale Minorile di Pontremoli (MS). Cura progetti di promozione della legalità rivolti alle Scuole Superiori e progetti di teatro civile che coinvolgono attivamente la cittadinanza, tra i quali il progetto VOCI, che da dieci anni realizza uno spettacolo in occasione del 25 aprile. Dal 2016 ha la propria sede al PraT Teatri Comunità, negli storici locali dell’ex Pavese di Via del Pratello 53. È tra i soci fondatori del Coordinamento Teatro Carcere Emilia-Romagna e dell’Associazione Nazionale Teatri e Giustizia Minorile.

.

10-15 gennaio – martedì, giovedì, venerdì ore 19 ǀ mercoledì e sabato ore 21.30 ǀ domenica ore 18 – Teatro Arena del Sole, via Indipendenza 44, Bologna – info: 051 2910910 – biglietteria@arenadelsole.it

.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.