Torna il Bellaria Film Festival

0
17

Il cinema torna come ogni anno ad affacciarsi sul mare Adriatico con il Bellaria Film Festival, la rassegna giunta quest’anno alla sua 41esima edizione sotto la direzione artistica di Daniela Persico. Dal 10 al 14 maggio, cinque giornate all’insegna della settimana arte in compagnia di ospiti d’eccezione, artisti ed intellettuali.

La serata d’inaugurazione è dedicata alla riscoperta di uno dei luoghi più importanti per la storia della città di Bellaria Igea Marina: il cinema Apollo, un’antica sala cinematografica, costruita nel 1910, che si affaccia sul mare. Qui, le immagini tornano a prendere vita, grazie all’istallazione del duo artistico composto da Samira Guadagnuolo e Tiziano Doria, due artigiani del cinema e della pellicola.

Sezioni competitive: Casa Rossa

Le giornate di festival si strutturano in due sezioni competitive: Casa Rossa e Gabbiano. La Casa Rossa porterà anche quest’anno e opere prime o seconde più interessanti del panorama cinematografico indipendente italiano, con l’obiettivo di far luce su una nuova generazione di autrici e autori. Quest’anno la sezione ospiterà Princess di Roberto De Paolis, Margini di Niccolò Falsetti, Marcel! di Jasmine Trinca, La Timidezza delle Chiome di Valentina Bertani e Disco Boy di Giacomo Abbruzzese.

Sezioni competitive: Gabbiano

La sezione Gabbiano seleziona invece opere in anteprima assoluta che spingono più in là il confine tra cinema di finzione e cinema documentario. La sezione si aprirà con il ritorno al cinema di Marco Chiarini, con Roger… Arriva il Presidente. Altra anteprima mondiale sarà quella di Lala di Ludovica Fales, la storia di una ragazza madre. Anteprima italiana è quella di Le Formiche di Mida di Edgar Honetschläger, che trasforma la campagna toscana in una terra mitica in cui i versi del passato si reincarnano in nuove presenze. In programma inoltre tre cortometraggi di autori: Animal di Riccardo Giacconi, Ultimo Impero di Danilo Monte e Paradiso Perduto di Luca Ferri, Morgan Menegazzo e Mariachiara Pernisa. A loro si aggiungono Davide Minotti e Valeria Miracapillo con il film d’archivio In tutte le ore e nessuna, Real Guadagna di Laura D’Angeli e Giusi Restifo, Fuoritempo della bolognese Matilde Ramini, che racconta il lascito di una figura come Sante Notarnicola. Tutti i film della sezione Gabbiano saranno disponibili in streaming per il pubblico all’interno della piattaforma MyMovies ONE.

Gli ospiti internazionali del Festival

Numerosi saranno anche gli ospiti internazionali del festival: nuove voci del cinema europeo come il portoghese Carlos Conceição che presenterà in anteprima Tommy Guns, una rivisitazione di Apocalypse Now che riflette sul ribaltamento della concezione del nemico nella geopolitica postcoloniale; la tedesca Helena Wittmann con il suo Human Flowers of Flesh, immaginifico viaggio sul mare di un gruppo di giovani artisti; Davy Chou con il suo Retour a Seoul, film sullo spaesamento culturale di una ragazza coreana adottata da una famiglia francese che riscopre la propria cultura d’origine.

Bellaria Film Festival offre anche un’omaggio ai grandi autori delle Nouvelles Vagues e a coloro che hanno seguito le loro orme a partire da Philippe Garrel, con la presentazione in prima italiana di Le Grand Chariot, film testamento in cui gli stessi figli del regista si trovano alle prese con l’eredità di un’arte di famiglia, quella di un vecchio teatro di burattini.

Gli eventi speciali

Un ricco programma di eventi speciali arricchisce ulteriormente la proposta culturale del Bellaria Film Festival. Tra questi ci sarà il dialogo con Franco Piavoli, autore che rappresenta il cinema indipendente italiano e che presenterà il suo film Voci nel tempo. Un’altra tavola rotonda sarà dedicata al cinema d’artista italiano con la presenza del duo artistico formato da Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni, Masbedo, che presenteranno il loro film Pantelleria. Un omaggio è dedicato a Mario Masini, direttore della fotografia di Carmelo Bene e dei fratelli Taviani recentemente scomparso. Un ampio spazio sarà offerto alla riflessione sulla critica cinematografica attraverso Drink A Book, dove verranno presentate alcune tra le più interessanti pubblicazioni di e sul cinema con ospiti illustri, tra i quali Paolo Mereghetti, Emiliano Morreale, lo scrittore e sceneggiatore Giorgio Vasta e la scrittrice e intellettuale Lisa Ginzburg.

Tra gli eventi speciali anche il percorso formativo BFF New Wave (in)emergenza, in collaborazione con Cinecittà: un programma di sostegno per il cinema indipendente italiano, accompagnato da tutor d’eccezione come Dario Zonta, Francesco Giai Via e Aline Hervé, e dedicato a giovani registi e produttori. Nell’ambito del progetto saranno ospiti del festival ben 70 tra ragazzi e ragazze, tra cui i 20 membri della Giuria Giovani, che parteciperanno durante i giorni del festival a percorsi di formazione e masterclass dedicati al cinema.

Gli eventi formativi

Infine, non mancheranno le attività destinate agli studenti con il Bellaria Film festival For School: proiezioni e incontri con autori e autrici all’interno delle scuole primarie e secondarie. Il primo evento è inaugurato da Le proprietà dei metalli di Antonio Bigini alla presenza del regista nel giorno di apertura del festival, mentre nella mattinata di sabato 13 maggio è previsto l’incontro e la proiezione con Sophie Chiarello che presenterà il suo nuovo film documentario Il Cerchio.

A chiudere il festival, domenica 14 maggio, sarà Billy, opera prima di Emilia Mazzacurati. Un film sullo smarrimento condiviso di genitori e figli di fronte alla mancanza di una persona cara, raccontato con un tocco di straniata malinconia dall’autrice emergente. La serata di chiusura sarà anche la Notte D’Argento: una notte da brividi con una proiezione speciale della copia restaurata da Cinecittà Studios del capolavoro di Dario Argento, Phenomena.