Cesare Reggiani, una promenade pittorica da Faenza a Marradi 

0
Sta per chiudersi l’anno gianesco, il duecentesimo anniversario della morte di Felice Giani (1758-1823) che proprio a Faenza ha lasciato alcune delle tracce più importanti della sua attività.

Un omaggio al grande artista di San Sebastiano Curone ospitando un artista vivente, e cioè Cesare Reggiani, riproponendo la sua mostra che si tenne al Museo Ugonia di Brisighella nel 2012, curata da Franco Bertoni. Cesare Reggiani, una promenade pittorica da Faenza a Marradi. Sulle orme di Felice Giani.

Inaugurazione della mostra venerdì 1 dicembre ore 18.00 presso la Bottega Bertaccini di Faenza.

Nel 1794, quando era impegnato alle decorazioni di Palazzo Laderchi a Faenza, Felice Giani percorse la valle del Lamone, su su fino a Marradi, realizzando uno straordinario diario per immagini, 22 fogli che compongono un taccuino di disegni in cui compaiono immagini di boschi, cascate, colline, montagne, paesi, ma anche lo stesso pittore in compagnia di amici e collaboratori.

A oltre duecento anni dall’illustre precedente, nel 2012 Cesare Reggiani ripercorre le stesse tappe per consegnarci immagini di luoghi e paesaggi certamente mutati dalla modernità (caselli e ponti ferroviari per esempio) ma ancora capaci di attrarre, sedurre e stupire.
Come nei disegni di Giani, le visioni riportate da Reggiani sulla carta sono il frutto di un confronto che, pur rispettando i dati oggettivi, ne ha saputo cogliere aspetti o momenti diversi con la propria sensibilità. Idealizzando e astraendo con forme e colori, Reggiani scopre meraviglia e mistero anche nella realtà più conosciuta e quotidiana.
Cesare Reggiani è un autore dalla personalità eclettica: esordisce giovanissimo alla fine degli anni settanta nel campo del fumetto d’autore.
L’interesse per la forza evocativa e comunicativa dell’immagine porta però l’autore ad affermarsi sempre più nel campo dell’illustrazione editoriale e di comunicazione producendo le immagini per innumerevoli copertine di libri, per libri illustrati e per riviste d’immagine, posters e calendari.
La pittura, da sempre considerata come intima e personale ricerca, diviene dai primi anni Novanta la principale e più consistente forma d’espressione dell’autore. È da allora che Reggiani tiene mostre personali in Italia, Francia, Olanda, Stati Uniti, Germania.

Partecipano Elena Rossoni (direttrice di Palazzo Milzetti, Faenza) e Franco Bertoni (direttore artistico Museo Ugonia, Brisighella).La mostra resterà aperta fino al 13 gennaio 2024
Orari: tutti i giorni 9-12.30 / 15.30-19.30

 

BOTTEGA BERTACCINI – Libri e Arte

Corso Garibaldi, 4 – 48018 Faenza (RA)

tel. 0546-681712