maria elenaEsisteva un’epoca in cui la musica strumentale poteva concedersi il lusso di essere semplicemente “bella”, senza chiudersi nei recinti del genere e dei virtuosismi da fiera.

Santo & Johnny – italoamericani come molti dei grandi, celebri per l’uso tematico della chitarra lap steel (tipo hawaii, ma non esattamente la stessa cosa) – hanno registrato milioni di brani, in prevalenza cover strumentali di grandi successi. Tipo Fausto Papetti, ma anche no. Questa collezione del 1971 è la mia preferita. Forse perché c’è Maria Elena, una delle canzoni che valgono una vita. O forse per la morbidezza di tocco, e quell’eleganza di movimenti minimi nell’accompagnamento. O forse per la convivenza fra Mozart (Elvira Madigan) e Jimmy Webb/Glen Campbell (By the time I get to Phoenix). Ottimo disco da colazione, e non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here