Addio Lou, chitarrista degli elementi

 Lou chitarrista, dunque. Che dell’altro Lou, cioè del Lou delle canzoni – dell’unico autore che possa essere paragonato a Dylan per come ha messo le...

SONGS FOR A COMEBACK/1

Appena arrivato, trentasei giorni e sette ore di macchina da Zurigo dopo, metto su uno dei quattro dischi random presi al mercatino di Anversa....

WILLIE NELSON – Teatro

Uno, nessuno, centomila Willie Nelson. Lo straniero dai capelli rossi, il fuorilegge, il Robin Hood di un mondo country che vuole riprendere la sua purezza...

BRUCE SPRINGSTEEN – Tunnel of Love

"Tunnel of Love" è invecchiato con dignità. E questa è già una notizia. All'epoca mi parve un disastro, una roba da piangere. Perchè? Tanto per cominciare...

BOB DYLAN – Pat Garrett & Billy The Kid

Operazione al confine estremo fra l'azzardo e il miracolo, Pat Garrett e Billy the Kid spiega la grandezza e l'Enigma di Dylan meglio di...

R.E.M. – Green

C'erano anni in cui le riviste musicali facevano questo effetto. Uscivi di casa e compravi dischi che non conoscevi. Dunque, nell'anno '88, nello splendore dei...

ARTISTI VARI – Zabriskie Point

Classico dei classici, certo. Eppure oggetto sonoro sempre interessante, da guardare in controluce. Specie se lo trovi a buon prezzo in un mercatino di...

ERIC CLAPTON – Slowhand

Ok, meglio dire subito che non sono un fan di Clapton. Neppure di quello con i Bluesbreakers, neppure di quello con i Cream. Anzi,...

CAN – Soundtracks

Partenza vagamente barocca, come a concedersi un pò di quell'ingenuità al rialzo dell'epoca. E invece no, dopo è tutto un decollo. Rarefazioni, sottrazioni, beat...

FRED NEIL – Fred Neil

File under: divinità. Difficile avere più talento e meno ambizione di zio Fred. Arrivato nel Village appena prima di Dylan (che ne parla in...

QUINCY JONES – Mackenna’s Gold

Un western che non ho mai visto, con Telly Savalas alias Kojak sugli scudi insieme a Gregory Peck e Omar Sharif. Una particolarità su tutte mi...

Eddie Hinton – Letters from Mississippi

Simpathy for the losers, forse. Ad ogni modo: Eddie Hinton, al top della condizione, ma sempre senza crederci fino in fondo. Troppi anni a...

Santo and Johnny – Maria Elena

Esisteva un'epoca in cui la musica strumentale poteva concedersi il lusso di essere semplicemente "bella", senza chiudersi nei recinti del genere e dei virtuosismi...

Johnny Cash – The Last Gunfighter Ballad

Dietro, le note, raccontano dell'amore di Johnny per la sua vecchia Colt. Lettura consigliata per discussioni su americani&armi. Le canzoni, belle scure, dimostrano che...