cotiyorkGenitori udite udite. Finalmente una settimana in cui una città diventa veramente a misura di bambino. Cotignola, cittadella della campagna ravennate, all’avanguardia nell’ideazione di originali proposte culturali, ha in programma fino al 10 giugno Cotignyork un vero e proprio festival riservato ai più piccoli con lo scopo di tenere lontani i propri figli dalla televisione e di farli appropriare dei luoghi in cui vivono.

Una settimana all’incontrario, una vera e propria riappropriazione, non solo simbolica, degli spazi e dei luoghi; una brezza che dalle finestre del museo scende nelle strade, una corrente che dalla scuola si riversa nelle piazze, una ragnatela di fili colorati che congiunge e collega le cose svelandole ed offrendo percorsi inediti. – spiega Massimiliano Fabbri, uno degli organizzatori dell’evento a cura di Scuola Arti e Mestieri e museo civico Luigi Varoli – Una settimana di occupazioni felici e rivoluzioni gentili fatta di laboratori e narrazioni al museo dove le storie e i percorsi passano attraverso un ascolto e un fare che è scoperta”.

Il calendario è fittissimo: concerti, parate, spettacoli con pupazzi e burattini che si collegano e rimandano all’uso della cartapesta del maestro cotignolese Varoli, laboratori all’aperto per fare il pane, la pizza e nuvole di farina, letture a voce alta, visite guidate paurose al museo, fino ad una notte trascorsa in tenda, accampati fuori dalla scuola. Una strada inoltre rivestita di erba e sabbia e stoffe e legumi e semini e altri materiali morbidi verrà allestita per camminarci scalzi.

Tutti i laboratori e gli spettacoli sono ad ingresso gratuito.

Programma completo su www.aem-selvatica.org

 

Fino al 10 giugno, Cotignola (Ra), Cotignyork, dalle 9,30 fino alle 24, info: aem-selvatica.org

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here