Ex_CsiNon chiamateli Csi, non chiamatela reunion, non sperate in un seguito. Questi i tre imperativi impressi sul tour “Ciò che non deve accadere accade – Nessuna garanzia per nessuno”. Non importa che il progetto veda sul palco proprio Massimo Zamboni, Giorgio Canali, Gianni Maroccolo e Francesco Magnelli, che dei Csi a metà anni ’90 costituivano i 4/5. Loro si autodefiniscono semplicemente un gruppo di amici che si ritrovano a suonare il loro repertorio. Così, a quindici anni dallo scioglimento e da quel Tabula Rasa Elettrificata che sfondò inaspettatamente i muri di gomma delle classifiche musicali italiane minando le certezze già barcollanti degli stessi Csi, i protagonisti di quell’incredibile avventura tornano ad accendere gli amplificatori. Scontata l’assenza del mistico Giovanni Lindo Ferretti, la scelta di piazzare dietro il microfono la voce graffiata di Angela Baraldi appare quanto mai azzeccata: antitetica rispetto alla trifonie ipnotiche di Ferretti, la bolognese si è ritagliata negli anni recenti un solido ruolo di interprete nei progetti dedicati a Joy Division e Cccp.

In sede di presentazione Zamboni, che ha voluto fortemente questo progetto, imprime sulla decisione di tornare sul palco con gli antichi sodali un’amara presa di coscienza sul degrado del nostro Paese.

“Sembra impossibile ritrovarsi, nell’Italia di oggi, dove tutto induce a perdersi, a rinchiudersi in storie private e sempre più personali. Noi, ci siamo. Senza nostalgie di futuro, senza progetto costituito, senza smanie, ci siamo perché è bello esserci. Abbiamo assistito ad un degrado esasperante del nostro Paese, in questi quindici anni; ognuno di noi a suo modo ha dato una forma condivisa al malessere che governa tutti. Ciò che non doveva accadere, accade quotidianamente, in forma progressiva e asfissiante. ‘Nessuna garanzia per nessuno’ dicevamo in una nostra canzone. Quello che sembrava impensabile, oggi è pratica giornaliera. Fragorose, pesanti, monolitiche, apocalittiche, le nostre canzoni segnalano ancora le paure e le premonizioni del nostro declino. Spegnere il video, uscire di casa, muoversi, vivere, sognare, ritrovarsi, guardarsi, esserci, è ancora una volta l’antidoto migliore”.

Unica data in Romagna, in collaborazione con Anpi Santarcangelo.

GIAMARCO PARI

15 dicembre, Ciò che non deve accadere, accade, Poggio Berni (RN), Circolo dei Malfattori, via Santarcangiolese 4603, ore 18, info 3939496642, http://circolodeimalfattorisaladiana.wordpress.com/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here