foto apertura gusto cinemadivinoUn’occasione per visitare le cantine della nostra regione, un’opportunità per vedere da vicino come e dove vengono prodotte le etichette dei vini più interessanti del territorio, un momento per godersi un bel paesaggio di campagna, un buon bicchiere di vino e un bel film.

Torna anche quest’anno Cinemadivino la fortunata formula che trasforma le aziende vinicole del territorio in cinema all’aperto. Saranno 50, come nella scorsa edizione, e vedranno coinvolte, oltre alle cantine che da sempre prendono parte alla manifestazione, anche qualche novità emiliana.

I vini proposti saranno rappresentativi dell’azienda vinicola della sua filosofia e della stria, per poter avere una narrazione completa dell’azienda, che parte in cantina e si conclude nel bicchiere.

«Stiamo cercando di curare al meglio anche l’offerta enogastronomica, che, attraverso le aziende che già sono strutturate per un offerta di ristorazione, – spiega Carlo Catani, presidente di Cinemadivino – proporrà menù pensati per la serata, mentre, nelle aziende dove tale servizio non è possibile, sarà presente il Food Truck di Cinemadivino, che proporrà, oltre che il nostro straordinario cibo di strada come la piadina con salumi di mora romagnola, anche alcune variazioni sul tema, come gli hamburger di piadina con carne di mora. Sempre presente un piatto di pasta della tradizione e una proposta ‘griffata’ da un grande chef. Oltre a questo, anche i vegetariani avranno la possibilità di mangiare prodotti che non utilizzano animali».

Cinemadivino compie 11 anni ed è ormai diventato un format. Nato nel 2004 in Romagna, nel 2011 si è sviluppato in Sardegna, nel 2012 anche in Piemonte, Lombardia e Marche, e nel 2013 anche in Abruzzo, Basilicata, Trentino e Toscana. L’intento per la nuova edizione Cinemadivino 2014 è di sviluppare il progetto anche in Puglia, Lazio e di consolidarlo nelle nuove regioni.

«In effetti ci aspettiamo di avere più di 10 regioni coinvolte dall’anno prossimo, – continua Catani – con differenti gestori che con il loro entusiasmo e la loro creatività, consentono di portare la magia del cinema nei luoghi più disparati della nostra splendida Italia. Dalle esperienze fuori regione, in particolare da quelle in Toscana, abbiamo anche capito come il progetto abbia potenzialità turistiche. Molti stranieri hanno partecipato alle serate, anche se non capivano nulla di film, solo per essere immersi in uno splendido paesaggio e degustare il prodotto del lavoro dell’uomo. Noi italiani spesso dimentichiamo la fortuna che abbiamo a vivere quotidianamente il nostro territorio e la sua bellezza».

La rassegna dei film in Emila-Romagna è come sempre curata insieme alla faentina Italsar che cura la programmazione di Cinema in Centro a Faenza, Imola e Ravenna e seleziona i film più interessanti usciti nello scorso inverno, li propone alle cantine e insieme a loro fissa la programmazione.

La rassegna prende il via martedì 17 giugno, a Pietramora di Brisighella, con il documentario 1 mappa per 2. Gli appuntamenti successivi nel mese di giugno saranno: il 18 alla Fattoria Zerbina a Marzeno di Faenza Per un pugno di dollari, il capolavoro di Sergio Leone restaurato in formato digitale dalla Cineteca di Bologna; il 19 alla Collina dei Poeti di Santarcangelo di Romagna Smetto quando voglio; il 23 alla Cantina di Faenza Tutta colpa di Freud; il 26 da Orsi – Vigneto San Vito a Monteveglio un altro classico senza tempo Amici miei di Mario Monicelli; il 27 alla Sabbiona in località Oriolo dei Fichi a Faenza La mossa del pinguino; il 30 alla Casa Vinicola Poletti di Imola Rush.

E poi fra i tanti di luglio, si segnalano: il giorno 1 all’Azienda Tizzano di Casalecchio di Reno L’innocente di Luchino Visconti con gli splendidi Laura Antonelli e Giancarlo Giannini; il 2 alla Tenuta Pennita di Terra del Sole Resistenza naturale di Jonathan Nossiter, l’autore del celebrato MondoVino; le pellicole italiane di successo Sotto una buona Stella di Carlo Verdone (Palazzona di Maggio, Ozzano dell’Emilia il giorno 15), l’Oscar La grande bellezza di Paolo Sorrentino (Tenuta Massellina di Castel Bolognese il 19), La mafia uccide solo d’estate di Pif (alla Torre di Oriolo di Faenza il 21).

E poi in agosto ancora proiezioni quasi quotidiane (a esclusione della settimana di Ferragosto, dal 13 al 17), fino ad arrivare all’ultima data in programma il 2 settembre nella centrale Piazza Nenni di Faenza con la proiezione di un film in anteprima nazionale.

STEFANIA MAZZOTTI

 Dal 17 giugno al 2 settembre, Cinemadivino, Emilia Romagna, Cantine varie, ore 19.30. Info: 366 5925251, cinemadivino.net

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here