guido guidi
Guido Guidi, uno scatto in mostra a Ravenna

Mostre, concerti, dj-set, mostre, visite guidate e locali del centro storico aperti fino alle prime luci dell’alba. In altre parole, torna la Notte d’Oro a Ravenna, arrivata quest’anno alla sua 8ª edizione. Per gli amanti della cultura e della movida notturna, sabato 11 ottobre, dalle 17 fino alle 5 del mattino, ci sarà solo l’imbarazzo della scelta. Tutti i più importanti monumenti e musei della città resteranno aperti, dalla Basilica di San Vitale (che per l’occasione ospiterà anche un concerto d’organo e uno corale) al Mausoleo di Galla Placidia, dalla Domus dei Tappeti di Pietra alla Cripta Rasponi – Giardini Pensili e al Museo TAMO: tutt’insieme per rendere omaggio al vero protagonista della serata, il mosaico. Numerose le visite guidate promosse per il centro storico, incentrate su percorsi tematici divisi tra arte, letteratura e storia.

Per l’occasione il MAR, in collaborazione con la Fondazione Henri Cartier-Bresson di Parigi e il museo Huis Marseille di Amsterdam, inaugura Veramente, la prima grande retrospettiva dedicata al fotografo cesenate Guido Guidi, curata da Agnés Sire, direttrice della Fondazione francese. Attraverso fotografie e libri, si ripercorrono i quarant’anni di carriera di Guido Guidi, dagli esperimenti degli anni ’70 in bianco e nero, alle serie a colori come In between cities, A new map of Italy e Preganziol. Un’indagine, quella di Guidi, incentrata sul paesaggio e le sue trasformazioni, ma che strizza l’occhio alla sperimentazione dello stesso linguaggio fotografico. Le sue opere sono state esposte in prestigiose istituzioni italiane e internazionali – tra le quali il Fotomuseum di Winterthur, il Guggenheim e il Withney Museum di New York, il Centre Pompidou di Parigi, la Biennale di Venezia.

Al via anche la 10ª edizione di Komikazen – Festival internazionale del Fumetto di realtà, che si annuncia con un calendario denso di eventi, di mostre ed attività disseminate nel territorio ravennate. Il tema centrale è «raccontare se stessi»: dal selfie al racconto autobiografico, fino ai casi di vera e propria egomania, analizzando le differenti visioni che gli autori hanno di sé e del sé in rapporto alla propria storia e al proprio vissuto.

Non potevano mancare gli eventi più strettamente legati alla candidatura di Ravenna a Capitale Europea della Cultura per il 2019. Tra questi c’è Ravennopoli, un’installazione realizzata in piazza San Francesco e ispirata al gioco del Monopoli dove ci si potrà cimentare in una partita su un tabellone plasmato sulla mappa di Ravenna, mentre le pedine saranno dei figuranti che personificheranno i principali monumenti cittadini, dal Battistero Neoniano al Murales P.G.R di Ericailcane.

La Biblioteca Classense e il Museo TAMO ospitano, invece, i preziosi oggetti di Imperiituro, una mostra dedicata alla scoperta delle radici culturali dell’Europa, dal medioevo ai giorni nostri. Ma non solo arti visive e storia. Per il percorso tematico Racconti, RavennaPoesia presenta alle 20.30 al Palazzo dei Congressi il recital di David Riondino, mentre in piazza del Popolo, a partire dalle 23, sarà protagonista la musica di Alex Britti. E poi ancora dj-set e alla musica dal vivo nei locali pubblici del centro storico. Una notte decisamente da non perdere! (leonardo regano)

11 ottobre, Ravenna, La Notte d’Oro, centro stroico, ore 17-5, info: 0544 35755, lanottedoro.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.