Torna la rassegna letteraria “Il tempo ritrovato” curata da Matteo Cavezzali a Palazzo Rasponi dalle Teste di Ravenna e ospita oggi, mercoledì 11 gennaio alle 18.30, il drammaturgo, regista e fondatore del Teatro delle Albe per presentare il suo nuovo libro, Aristofane a Scampia (Ed. Ponte alle Grazie, 2016).

L’appuntamento fa parte anche della rassegna di incontri formativi della Drammatico Vegetale Siamo asini o maestri? e vedrà la partecipazione di Franco Masotti (direzione artistica Ravenna Festival) e Gianluca Dradi (dirigente scolastico del liceo scientifico “A. Oriani”).

In questo nuovo lavoro Marco Martinelli racconta l’esperienza della non-scuola, nata a Ravenna negli anni novanta e da allora divenuta un fenomeno “contagioso” esportato in tutta Italia e nel mondo. «Immaginateveli, sì, i vostri figli o alunni come se fossero degli asinelli – dice Marco Martinelli a proposito di Aristofane a Scampia – perché asini lo sono davvero (so bene che su questo punto siete d’accordo con me) ma immaginateli come asini turbolenti, pieni di paure e ombre, ma anche di desideri inconfessati, di passioni inespresse, affamati di vita, di ignoto, di sogni. Spesso a voi insegnanti e genitori nascondono questi sogni, se li tengono per loro, vi si rifugiano dentro come le talpe nelle loro gallerie sotterranee: è la loro tattica di sopravvivenza, non si palesano mai o quasi mai davanti ai vostri occhi come realmente sono. Dall’altra parte immaginate i testi antichi del teatro, i classici polverosi dai nomi impronunciabili: da Eschilo all’Aristofane che campeggia nel titolo di questo libro, da Plauto a Moliere a Shakespeare, fino ad Alfred Jarry, fino a Bertolt Brecht. Guardateli insieme, gli asini e i classici, i barbari e la biblioteca: niente di più lontano, dite voi? Avete ragione: gli asinelli e i classici sono legni che appartengono ad alberi lontanissimi tra loro, ai confini opposti della foresta, destinati a non incontrarsi. Ma se qualcuno fosse in grado di avvicinarli? Se avvicinandoli scoprisse che si possono sfregare insieme, fino a raggiungere una temperatura altissima, fino a far nascere, da quello sfregamento, una scintilla? Non è possibile, pensate voi. È possibile, vi rispondo io. E lo sto sperimentando da venticinque anni, questo sfregamento. Nel libro proverò a raccontarvelo».

La rassegna proseguirà mercoledì 18 gennaio con Marco Pesatori, saggista, esperto di astri e firma storica del Corriere della Sera.

Mercoledì 11 gennaio, Palazzo Rasponi dalle Teste, Piazza Kennedy 12, Ravenna, 18.30, info: www.teatrodellealbe.com

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here