Bologna riscopre i sui tesori. Le Collezioni Comunali d’Arte di Palazzo d’Accursio riaprono al pubblico

0
211
Collezioni_Comunali_Arte_Bologna_foto_Giorgio_Bianchi

Terminati i lavori di restauro e di consolidamento strutturale, da giovedì 18 aprile, le Collezioni Comunali d’Arte di Palazzo d’Accursio riaprono definitivamente al pubblico per svelare e rendere nuovamente fruibili al visitatore le sale espositive, custodi di opere uniche e rappresentative della città felsinea, e della Galleria Vidoniana che, grazie all’intervento di ripristino, raggiunge l’apice dello splendore.

La visita è un viaggio nella storia dell’arte che si snoda tra le varie epoche, non solo della tradizione bolognese, dove è ben rappresentata l’eccellenza dei grandi artisti con i manufatti dei mestieri: vasi, arredi, dipinti, sete alle pareti, stoffe negli arredi, statue nelle sale e negli appartamenti, gli affreschi e le decorazioni nei soffitti ed alle pareti. Ovunque si guardi si trova la bellezza, a due passi da noi, in quelle stanze un tempo adibite a residenza privata dei cardinali legati, i rappresentanti dello Stato Pontificio che dal XIII al XVIII ressero il governo della città.

E’ così, grazie all’importante opera di ripristino e di restauro conservativo è possibile ammirare la Galleria Vidoniana nell’Appartamento del Legato e la Sala Urbana dove vi è conservata la straordinaria serie di 18 dipinti realizzati da Donato Creti per Marcantonio Collina Sbaraglia, donati al governo cittadino nel 1744.

Collezioni_Comunali_Arte_Bologna_foto_Giorgio_Bianchi

Inoltre, il magistrale e complesso intervento estetico e funzionale condotto da Manuela Farinelli ha permesso di recuperare le tappezzerie bolognesi in prezioso damasco di seta, che rivestono interamente le cosiddette tre Sale Rusconi (11, 12, 13) ricreando la dimensione privata delle dimore aristocratiche del XVIII secolo.

C’è di più, due progetti espositivi, organizzati dai Musei Civici d’Arte Antica con la curatela di Silvia Battistini e Massimo Medica hanno rivisitato l’ordinamento originario della maggior parte delle opere attraverso prospettive interpretative rinnovate, proponendo accostamenti inediti, prestiti da collezioni private e opere sino a ieri conservate nei depositi museali.

Un imperdibile visita per riscoprire un patrimonio artistico e culturale restituito alla città: La piccola Versailles nel cuore di Bologna che guarda Piazza Maggiore e strizza l’occhio al Nettuno.

Per scoprire gli affreschi della Galleria Vidoniana restituiti al loro splendore sabato 20 aprile alle ore 10,30 si svolgerà la visita guidata La Galleria ritrovata: i restauri della volta della sala Vidoniana.

Collezioni Comunali d’Arte
Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore 6 | 40121 Bologna

Inaugurazione mercoledì 17 aprile h 17.30

www.museibologna.it/arteantica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.