Un vestito da teenager

0

Nella nostra città, Faenza, quando ci si avvicina alla Loggia, si vede prima il bar, sempre pieno, e poi ampliando la visuale, fino in fondo al corso si vedono ancora ragazzi e ragazze, di spalle o girati dalla nostra parte. Ormai non ci si riconosce più in volto, indossiamo tutti le mascherine, divenute parte del nostro outfit, o meglio, la sua rovina… Per fortuna ne esistono diversi tipi e colorazioni, e questo le rende in qualche modo abbinabili. Nonostante questo si può notare subito lo stile di ognuno, sia delle ragazze che dei ragazzi.

Ormai il modo di esprimere se stessi è il vestiario, ci sono mode che vanno e che tornano, questo fenomeno è visibile soprattutto in città piccole come Faenza, proprio perché qui, nonostante gli stili di ognuno siano diversi, le mode che stanno tornando sono messe molto a fuoco. Un esempio? Tutti abbiamo notato il ritorno degli anni ’80 e ’90, tempi d’oro dove la scelta di esprimersi nel modo di vestire era davvero libera. Oggi nella moda si inseriscono gli influencer, che hanno avuto un grande successo anche nel suggestionare gli adolescenti, in particolare nel loro stile.

Torniamo alle Logge, stiamo mettendo a fuoco la nostra videocamera, come in un film: ora è puntata verso l’alto e pian piano la faremo scendere.

Per prima cosa possiamo notare giubbotti imbottiti, cappotti ma anche giacche di pelle, solitamente acquistati da Venturelli, i prezzi sono molto variabili, dipende dal brand, per esempio i Colmar, che quest’inverno protagonisti insieme ai Napapijri e ai The North Face, si aggirano intorno ai 200 euro. Ci sono una vasta gamma di sfumature di colori. I cappotti sono frequentemente indossati in color cannella o in color cammello, i giubbotti, invece, li troviamo in tonalità diverse di nero, blu e grigio. Cade poi l’occhio su cosa c’è sotto alle giacche. Nelle ragazze troviamo i cardigan, i dolcevita, i gilet, i maglioncini, dai più aderenti agli oversize, il tutto ruota intorno a colori tenui, ci sono anche ragazze che indossano colori accesi come il fuxia o il blu elettrico.

L’oversize è comune tra ragazze e ragazzi, è un esempio di quanto i social influenzino ognuno di noi. Parliamoci chiaro: Billie Eilish è clamorosa per aver diffuso l’oversize tra i suoi giovani seguaci. L’abbigliamento femminile non è poi così lontano da quello maschile, di ragazze che indossano le felpe, spesso comprate direttamente nel reparto uomini, ne troviamo tantissime, allacciandoci ai ragazzi, anch’essi indossano i dolcevita, i pullover e, ovviamente, le felpe.

Gli accessori sono la parte cruciale dell’outfit di ogni ragazza, ma anche di ogni ragazzo! Dai calzini, non dimentichiamo mai che anch’essi hanno il loro ruolo importante nel look di ognuna di noi, fino alle borse: Moschino 180 euro, Gaelle 200 euro, Prada da 600 arrivando fino ai 20.000, Versace dai 100 ai 1.000 e Luis Vuitton decisamente molto più costose delle precedenti, tutte di differenti grandezze.

Moltissimi ragazzi hanno cominciato quest’estate a indossare i marsupi, da Luis Vuitton di 1.300 euro a Balenciaga di 560 euro, ma anche Supreme intorno ai 300 euro.

Entrando nella sfera dei pantaloni, ne possiamo notare diverse tipologie: i jeans sono quelli più di tendenza, ne troviamo una varietà molto vasta, gli skinny, quelli a sigaretta, a zampa, a campana, i mom jeans (più comunemente chiamati boyfriend) tutti rigorosamente a vita alta, anche se il modello a vita bassa sta tornando di moda. Solitamente i faentini si recano da Efferre per comprare i jeans, i loro prezzi arrivano massimo ai 200 euro.

Sono molto indossate anche le tute, per chi vuole avere un look decisamente più sportivo, e per acquistarle chi non va da Scout? I prezzi sono accessibili: non più 40 euro. Abbassando lievemente il nostro obbiettivo ci si può concentrare sulle scarpe; chi ha le Vans o le Converse, chi le Nike, di cui i modelli più indossati sono le Air Force e le Jordan, ma sono molto di moda anche i Doctor Martins e le Mc Queen, che stanno bene con tutto. I prezzi partono dagli 80 euro fino ad arrivare ai 400.

 

di ANDREA TEAFTILLER, ERIKA DUDIJA E VALENTINA DONATI, 2 BU , Liceo Torricelli-Ballardini, Faenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.