We Reading Festival, tra musica e parole

0
Emanuela Fanelli

We Reading Festival è pronto a tornare: l’appuntamento che da cinque anni coinvolge i comuni di Cesenatico, Santarcangelo di Romagna e Savignano sul Rubicone in un’aspirale di eventi tra musica e parole si conferma anche quest’anno con un programma di spettacoli, letture, talk e concerti dal 15 al 22 agosto.

Una settimana intensa quella del We Reading Festival che, come ogni anno, coinvolge tanti protagonisti del panorama culturale italiano invitandoli a reinventarsi per una sera, portando in scena testi e autori da loro scelti e amati. Emanuela Fanelli, Valeria Solarino, Pippo Civati, Davide Shorty, Maria Antonietta, Pietro Turano e Cimini sono i grandi protagonisti di questa nuova edizione. A questi si aggiungeranno suggestivi momenti musicali a cura di Rachele Bastreghi, La Municipàl, Folcast, Splendore, Hu, Miglio, Guidobaldi, Edgar e Mygirlisretro e la performance di ParSec – Parini Secondo.

Il Festival prende il via il giorno di Ferragosto salutando l’alba a Cesenatico con il concerto de La Municipàl, il duo pugliese con quattro album all’attivo e un ruolo di primo piano tra le realtà di riferimento della nuova scena musicale nazionale, che riesce a unire violenza e dolcezza in un sound indie pop potente e unico. In serata, alle ore 21, ci si sposta invece al Podere Bislacco di Savignano sul Rubicone con HU, al secolo Federica Ferracuti, con un set electro-pop che lentamente abbraccia il dancefloor.

We Reading Festival prosegue il giorno successivo, lunedì 16 agosto alle ore 19, presso il Podere Bislacco, dove troverà spazio la performance “be me” di ParSec – Parini Secondo, coreografia per una piccola comunità di danzatori basata su meccanismi di auto organizzazione. Mentre in serata si esibirà la cantautrice Miglio con i suoi brani che parlano di vita quotidiana e di storie vissute, di amori che bruciano e solitudini, contemporaneamente alle ore 21 presso la Chiesa del Suffragio di Savignano sul Rubicone alle ore 21, salirà sul palco il cantautore, rapper e producer Davide Shorty che presenta il suo “Battiti in Parole”, pezzi d’anima messi a tempi di rima.

“L’inferno di Guido” è invece il grande protagonista della serata del 17 agosto: la sua autrice, la cantautrice pesarese Maria Antonietta, presenta un’interpretazione intima del canto XXVII dell’Inferno de La Divina Commedia, che ha come protagonista Guido da Montefeltro, i cui i tormenti e le cui gesta rivivono attraverso la voce dell’artista. A seguire, l’aftershow al Podere Bislacco del cantautore romano Folcast.

Il Festival continua all’Arena dei Cappuccini di Cesenatico con Emanuela Fanelli: l’attrice sarà protagonista della serata del 18 agosto e, insieme a Giuseppe “Pippo” Civati, ex parlamentare e fondatore nel 2018 della casa editrice People, presenta il reading “Voce di donna” (ore 21). A seguire, il live del cantautore romano Guidobaldi al Maré tra musica leggera italiana e brit rock.

L’esclusiva performance “Oltre il Mare – Dentro le voci di chi è in viaggio” di Valeria Solarino arriva invece al We Reading Festival nella serata del 19 agosto presso lo splendido Sferisterio a Santarcangelo di Romagna. L’attrice porta sul palco un reading dedicato alle migliaia di persone che ogni anno lasciano le proprie case, villaggi, città del continente africano per iniziare un cammino pieno di violenze e soprusi, in cui rischiano la vita nell’indifferenza dei Paesi che hanno intorno, verso un futuro incerto e rischioso ma con la speranza che sia migliore di quello che lasciano. A seguire, all’Ottavino, il cantautorato raffinato e graffiante, con un retrogusto di nostalgia, di Edgar.

Sferisterio si offrirà da cornice anche per la serata successiva, che sarà in compagnia di Cimini, tra i nomi di riferimento del panorama indipendente italiano: il cantautore calabrese porterà sul palco una lettura tributo al Maestro Franco Battiato, a cui seguirà il concerto all’Ottavino di Mygirlisretro, progetto musicale di Carlo Cianetti (ore 21).

Sempre la medesima location il 21 agosto accoglierà invece Pietro Turano, attore tra i protagonisti della serie di successo Netflix “SKAM Italia” e celebre attivista LGBTQ+, che interpreterà “Chi ha ucciso mio padre”, libro del giovane e talentuoso scrittore francese Édouard Louis. A seguire, all’Ottavino, il dj set di Splendore, al secolo Mattia Barro, artista queer pop, producer e dj, membro del collettivo/etichetta Ivreatronic.

We Reading Festival si chiude ufficialmente all’alba del 22 agosto in spiaggia a Cesenatico con la cantautrice, musicista e voce femminile dei Baustelle Rachele Bastreghi, che chiuderà il festival con uno show live inedito in duo, preparato appositamente per il festival, dal titolo “L’alba di Psychodonna”.

Accanto alle serate che vedono come protagonisti questi grandi nomi, We Reading Festival propone un percorso off di talk su tematiche di attualità, a partire da “Diritti di genere. Ripensare il maschile” con Francesco Cicconetti e Mica Macho (17 agosto, ore 17 al Podere Bislacco di Savignano sul Rubicone). “Diritti digitali. Privacy, CyberAttacchi, Intelligenza Artificiale. Una bussola nella complessità.” è invece il titolo della talk che vede coinvolti Matteo Flora, Diletta Huyskes, Giuseppe Civati e Vincenzo Tiani (18 agosto, ore 17, Maré di Cesenatico), seguita da “Diritti Umani. Dialogo sul mediterraneo” con Vanessa Guidi, Presidente di Mediterranea Saving Humans, Patrick Wild, Avvocato di Strada Onlus e Alice Parma, Sindaco di Santarcangelo di Romagna (19 agosto, ore 17, Musas – Museo Storico Archeologico di Santarcangelo di Romagna).

Info e prenotazioni: www.wereading.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.