Enrico Rava e la “meglio gioventù” del jazz italiano

0
Enrico Rava (ph Umberto Germinale)

 

Crossroads, il festival itinerante organizzato da Jazz Network e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, è pronto per una “Edizione Speciale”, ovvero Enrico Rava circondato dalla “meglio gioventù” del jazz italiano: Francesco Diodati alla chitarra, Francesco Ponticelli al contrabbasso ed Evita Polidoro alla batteria.

Il decano dei trombettisti jazz italiani suonerà dal vivo questa sera, giovedì 4 agosto al Parco Ca’ Nova di Medicina (BO) alle ore 21, recuperando così il concerto previsto per lo scorso giugno ma rimandato per problemi di salute.

Lo spostamento di data fa sì che l’esibizione di Rava sia l’ultimo appuntamento di Crossroads, punto di arrivo dopo oltre 60 tappe musicali in tutta la regione.

C’era una volta la “Special Edition”, con la quale Rava aveva messo il turbo a uno dei suoi tratti salienti come leader: la capacità di scovare nuovi talenti tra le giovani leve del jazz italiano, portandoli sui palchi che più contano e sostenendoli come mentore nella loro maturazione artistica. Il format dell’ensemble allargato ma flessibile (sestetto, settetto, ottetto) ha messo Rava nella condizione di esprimere alcuni dei momenti più salienti della sua più recente attività. In oltre dieci anni, nel cast dei sidemen ci sono stati numerosi avvicendamenti e, soprattutto, i giovani talenti sono ormai diventati nomi ben noti. E giunti a una nuova prova discografica per l’ECM, pubblicata nel 2021, il senso di continuo rinnovamento di questa formazione si manifesta anche nell’aggiornamento del nome: “Edizione Speciale”. Le composizioni di Enrico Rava, molte delle quali ormai divenute veri e propri standard moderni, sono il fulcro del programma musicale di questo album, con un lavoro di esplorazione storica che risale alle opere degli anni Settanta sino ai più recenti programmi messi su disco sempre per l’ECM. Le aggiunte a questo repertorio (come Once Upon a Summertime di Michel Legrand e la cubana Quizás, Quizás, Quizás) rimarcano la traiettoria sonora: esecuzioni intrepide che lavorano su materiali melodicamente ben caratterizzati, ritmicamente esuberanti e capaci di dilatarsi in forme aperte ed estese.

Dal momento di quest’ultima incisione a oggi, l’Edizione Speciale è andata incontro a ulteriori evoluzioni nell’organico: ma è proprio questo il senso del progetto di Rava, un’inesauribile ricerca di giovani talenti da portare alla ribalta al proprio fianco.

giovedì 4 agosto, ore 21 –Parco Ca’ Nova, Via delle Fragole, Medicina (BO) – biglietti: prezzo intero euro 18; ridotto 15 – info: 0544 405666, info@jazznetwork.it – biglietteria serale dalle ore 20, tel. 338 2273423