il raffinato pianista e compositore milanese Antonio Zambrini al Bonci di Cesena

0
78

Giovedì 23 novembre (ore 20.30) al Teatro Bonci di Cesena il raffinato pianista e compositore milanese Antonio Zambrini sonorizza dal vivo due ironici capolavori del cinema muto americano, La palla n. 13 (Sherlock Jr.) e One Week di Buster Keaton.

Durante la lunga collaborazione con la Cineteca Italiana di Milano questo musicista di fama europea ha sonorizzato dal vivo molti film, sviluppando una particolare attitudine a questa forma di improvvisazione jazz: con un monitor sul pianoforte o direttamente rivolto allo schermo segue in tempo reale lo sviluppo narrativo della pellicola realizzando vere e proprie colonne sonore all’impronta. Il concerto Musica in bianco e nero è un viaggio a ritroso, all’epoca in cui musicisti e intere orchestre accompagnavano le proiezioni nei teatri. L’evento è realizzato in collaborazione con la Fondazione Cineteca di Bologna.
Alle ore 18.00 nel Foyer è prevista la guida all’ascolto a cura del Maestro Carlo Boccadoro, consulente artistico della Stagione musicale 23/24, per il ciclo di incontri Teatri del suono.

Antonio Zambrini, pianista jazz e compositore milanese, è autore di brani originali condivisi in scena e ripresi da molti colleghi jazzisti, anche di grande spessore (Lee Konitz, Rita Marcotulli, Stefano Bollani, Eliot Zigmund, Maria Pia De Vito, tra gli altri). Il primo album a suo nome, Antonia e altre canzoni del 1998, fu tra i primi presentati nella guida all’ascolto Lunario della musica a cura del compositore e musicologo Carlo Boccadoro per
Einaudi editore.
L’ultimo, Quietly, il terzo del trio formato nel 2018 con Jesper Bodilsen e Martin Andersen, inciso e pubblicato in Danimarca, ha registrato nel 2023 quasi 700.000 ascolti in pochi mesi sulle piattaforme digitali.
Ha partecipato a circa 50 pubblicazioni discografiche, di cui quasi una ventina come leader o co-leader, spaziando dai numerosi pezzi originali alle riletture di brani di Nino Rota, Fiorenzo Carpi, Gabriel Faurè, Procol Harum, David Bowie, Carla Bley, Caetano Veloso, fino agli “standards” della tradizione americana.
La rivista Musica Jazz indicava ripetutamente Zambrini ai primi posti nella graduatoria dei nuovi talenti a cavallo tra ultimi anni 90 e primi anni 2000, periodo in cui il pianista milanese era spesso ospite in diversi programmi musicali di Radio RAI (Invenzione a due voci, Jazzclub, Radio3 Suite, Piazza Verdi, I concerti del Quirinale).
Zambrini ha avuto occasione di suonare, tra gli altri, con Mark Murphy, Lee Konitz, Enrico Rava, Ben Allison,William Parker, Hamid Drake, Claudio Fasoli, Eberhardt Weber, Tiziana Ghiglioni, Nenna Frenlone, Paul Jeffrey, Garrison Fewell, Javier Girotto, Eliot Zigmund, Rita Marcotulli, Pietro Tonolo, Emanuele Cisi, Jesper Bodilsen, Morten Lund, Moacyr Luz, Maria Pia De Vito, Roberto Gatto, Manhu Roche, Nicola Stilo, Fabrizio Bosso, Max Ionata. Ha tenuto concerti e/o registrato brani musicali in Italia, Usa, Brasile, Danimarca, Spagna,
Portogallo, Inghilterra, Germania, Svizzera, India.
Collabora stabilmente con la Cineteca Italiana di Milano per la sonorizzazione dei film muti, improvvisata dal vivo al pianoforte solo: quasi 150 performances, in Italia e all’estero, come al Festival Internazionale del Cinema di Mumbay nel 2008.
Ha insegnato Pianoforte Jazz e discipline correlate nei Conservatori di Parma, Brescia, Bari, La Spezia, Verona, Milano, Como. È oggi docente di ruolo al Conservatorio di Milano.

Informazioni:
Teatro Bonci, Piazza Guidazzi – Cesena tel. 0547 355959 | info@teatrobonci.it
Biglietteria aperta (nei giorni feriali): ore 11.00–14.00 e 17.00–19.00; nei giorni di rappresentazione serale fino a inizio spettacolo; le domeniche di rappresentazione pomeridiana, dalle 15.00 fino a inizio spettacolo. Fino al 31 dicembre biglietteria telefonica dalle 16 alle 17.
Incontro: ingresso libero fino a esaurimento posti.

www.emiliaromagnateatro.com | cesena.emiliaromagnateatro.com