Grazia Verasani

 

Grazia Verasani
Grazia Verasani

Una raccolta di voci, monologhi, racconti su artisti che hanno amato la musica fino alle estreme conseguenze: un talento che li ha resi fragili nella vita e forti nell’arte, con la malinconia come marchio distintivo delle loro intense e spesso brevi esistenze. Un percorso irregolare che va da Janis Joplin a Dalida, da Jeff Buckley a Luigi Tenco, da Kurt Cobain a Umberto Bindi, da Chet Baker a Ian Curtis, tutti uniti dallo stesso amore fatale ed esclusivo per la musica, e da un successo a volte troppo difficile da sopportare.

Lunedì 31 marzo verrà presentato allo Zingarò di Faenza, in collaborazione con la Bottega Bertaccini, “Accordi Minori” di Grazia Verasani. Ad accompagnarla alla chitarra ci sarà Bruno Orioli (già cantante dei Saluti da Saturno).

Grazia Verasani è scrittrice e musicista. Ha pubblicato: L’amore è un bar sempre aperto (Fernandel, 1999), Fuck me mon amour (Fernandel, 2001), Tracce del tuo passaggio (Fernandel, 2002). Nel 2004 scrive Quo vadis, baby?, da cui il regista Gabriele Salvatores ha girato un film e prodotto l’omonima serie tv. Con la stessa protagonista, l’investigatrice privata Giorgia Cantini, sono usciti Velocemente da nessuna parte (Feltrinelli, 2006), Di tutti e di nessuno (Feltrinelli, 2008) e Cosa sai della notte (Feltrinelli, 2012). Sempre per Feltrinelli è uscito nel 2008 il romanzo Tutto il freddo che ho preso. La sua pièce teatrale From Medea-Maternity Blues (Sironi Editore), rappresentata in Italia e all’estero, è diventata un film vincitore di quindici premi e due Globi d’oro. I suoi libri sono tradotti in Francia, Germania, Russia, Olanda, Svezia.

 

Zingarò, via Campidori 11, Faenza. Ore 21.30. Info: 0546 21560. Ingresso gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.