Quando con gli amici sostengo che ” i Belle & Sebastian sono  tra i miei gruppi preferiti”, c’è chi ancora non riesce a trattenersi dall’esprimere un concetto per me già triturato milioni di volte negli anni e che sortisce più o meno lo stesso effetto delle pubblicità della Vodafone cantate da Elio: “Belle & Sebastian chi? quelli del cartone animato?”

A volte la memoria sinestetica dei miei interlocutori è messa a dura prova dai miei discorsi sulla musica soprattutto quando si parla di una band di scozzesi schivi ed estranei alle logiche di mercato.

Si sono formati inizialmente come duo nel 1996 e per  Stuart Murdoch ingegnere del suono e frontman della band, e Stuart David,  il bassista, l’idea iniziale era quella di rimanere un progetto e non una band vera e propria, qualcosa per passare il tempo. Decisero quindi di realizzare due album e dopodiché sciogliersi. Ma le cose andarono in maniera molto differente.

Con Tigermilk, l’album di esordio, diventano ben presto un gruppo di culto dell’underground pop d’oltre manica. Il disco, autoprodotto e pubblicato su una piccola etichetta (Electric Honey), viene stampato con una tiratura di 1000 copie, diventando ben presto un oggetto per collezionisti. Nel gruppo si sono aggiunti nel frattempo Isobel Campbel (violoncello), Stevie Jackson (chitarra), Chris Geddes (tastiere), Richard Colburn (batteria) e realizzano nel 98 per l’americana Matador records the Boy with the Arab Strap (dove “arab strap” del titolo è un articolo da sexy shop). Il brano Seymour Stein verrà inserito nel film Alta Fedeltà di Stephen Frears, in cui un personaggio all’ascolto della canzone, dice: “Chi è l’autore di questo delirio?!”.

Nel 2005, in patria, i Belle and Sebastian vengono nominati “miglior band di sempre” battendo Travis, Franz Ferdinand, Teenage Fanclub e Primal Scream. Nel 2006 esce The life pursuit, ma poi servono quattro anni alla band per confezionare un nuovo album di inediti. Write about love esce nell’ottobre del 2010 pubblicato dalla Rough Trade di Londra e con ormai un passato granitico e la fama di band culto della scena indie alle spalle, i B&S si possono permettere un nuovo album con ospiti d’eccellenza Norah Jones e l’attrice Carey Mulligan entrambe in veste di vocalist.

Possiamo vederceli dal vivo a Cesena l’8 agosto nel complesso monumentale della Rocca Malatestiana  per  il festival musicale estivo a “acieloaperto”.

Si esibirà come spalla Enrico Farnedi (The Good Fellas),  polistrumentista cesenate, di formazione jazz, da 13 anni presta voce e tromba al gruppo swing, con cui ha girato i festival di mezza Europa. Ha collaborato, come trombettista, con Vinicio Capossela, Quintorigo, Sam Paglia, Montefiori Cocktail, Tanita Tikaram, Cesare Cremonini, Steve Coleman, Cochi & Renato e con la cantante e attrice Françoise Hardy. 

 ANTONELLA  GARRO

8 agosto, Cesena, Rocca Malatestiana, via Ordelaffi 8, ore 21,info: 339 214 0806, retropoplive.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.