kaurismaki_hamlet_gallery_4

Classici che tornano a nuova vita grazie ai più recenti restauri, film rarissimi provenienti dagli archivi di tutto il mondo, bianco e nero e colore, documenti e documentari, film muti con accompagnamento musicale dal vivo e  film dell’intera epoca sonora, la pellicola, che domina ancora oltre metà del programma, il digitale dei nuovi restauri.

In questa 29a edizione saranno presentati ben 427 film, realizzati dal 1895 ad oggi (in versione originale con sottotitoli), che illumineranno sei sale dal mattino alla sera inoltrata e rischiareranno le notti bolognesi con le proiezioni in Piazza Maggiore (uno schermo gigante e una platea pronta ad accogliere migliaia di spettatori), in Piazzetta Pier Paolo Pasolini e un cineconcerto al Teatro Comunale.

Due segnalazioni, con l’invito a tuffarsi nel ricchissimo programma.

L’evento di apertura del festival è dedicato alla memoria di Peter von Bagh, direttore artistico del Cinema Ritrovato per tredici anni, che lo scorso settembre ci ha lasciato. I 1000 occhi del Dr von Bagh sarà l’occasione, per i suoi amici e per tutto il pubblico del festival, per ricordarlo e celebrarlo. Chi vorrà potrà condividere un proprio ricordo di Peter in sala. Sarà proiettato anche Likaiset kädet – Les Mains sales, l’unico film per la televisione realizzato dal regista Aki Kaurismäki, che sarà in sala per introdurlo e per ricordare l’amico Peter von Bagh.

Gli spettatori potranno sperimentare l’esperienza perduta delle proiezioni a carbone nel corso di due serate in Piazzetta Pasolini. Domenica 28, il mitico diva-film Assunta Spina (1915) di Francesca Bertini e Gustavo Serena, con tutto il calore delle musiche napoletane interpretate dal vivo da Guido Sodo e François Laurent. Martedì 30, serata di gala Velle-Murillo con lo sfavillante La Princesse aux clowns (1924) di André Hugon, seguito da un programma di cortometraggi dedicato al pioniere degli effetti speciali, Gaston Velle. Due serate nelle quali il proiettore diventa protagonista e le ‘vecchie’ tecnologie dimostrano la forza e la bellezza della luce che ha fatto vivere il cinema prima dell’era digitale.

Siate curiosi, ritrovate il cinema.

27 giugno-4 luglio 2015, Bologna – info: cinetecadibologna.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here