fabrizio-bosso

Fabrizio Bosso ci ha abituati a un continuo rinnovamento dei suoi progetti musicali: una varietà di contesti, partner e programmi nella quale il suo stile emerge comunque sempre in tutta la sua essenzialità. Un timbro cristallino, controllo immacolato degli acuti più irraggiungibili (per non dire di note basse che non si immaginava potessero appartenere a una tromba), fraseggi dal respiro romanzesco, sbalzi dinamici e scarti di ritmo pensati per dare una profonda espressività a ogni passaggio.

Domenica 17 aprile, Fabrizio Bosso, all’interno di Crossroads, porterà il suo recente progetto “Duke” al Teatro Ebe Stignani (inizio alle ore 21:15). Disco e live trasportano Bosso in una dimensione sonora lussureggiante, con tanto di ensemble di fiati a sostegno del suo quartetto stabile. Soprattutto, il programma arrangiato da Paolo Silvestri mette a disposizione di Bosso una sorta di the best of Duke Ellington: musica di intramontabile bellezza che pare cucita addosso a Fabrizio come lo era, in origine, alle strabilianti trombe dell’orchestra del Duca.

Assieme a Bosso ci saranno Julian Oliver Mazzariello al pianoforte, Luca Alemanno al contrabbasso, Nicola Angelucci alla batteria e un nutrito gruppo di fiati diretto da Paolo Silvestri, con strumentisti di valore come Fernando Brusco (prima tromba), Claudio Corvini (tromba), Gianni Oddi (sax alto), Michele Polga (sax tenore e soprano), Dario Cecchini (sax baritono) e Mario Corvini (trombone).

Il concerto è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Imola.

 

17 aprile, Imola, Teatro Ebe Stignani, via Verdi 1, ore 21,15, info: 0544 405666, crossroads-it.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here