Lo CSAC di Parma ospita Luca Vitone, protagonista del secondo appuntamento di #GrandTourists, progetto che riformula in senso contemporaneo la tradizione settecentesca del Grand Tour attraverso un programma di quattro residenze rivolte ad artisti e personalità di eccellenza a livello internazionale. Ai “turisti” di eccellenza è richiesto un impegno per formulare nuove forme espositive e aggiungere nuovi significati a quelle già presentii nelle collezioni del Centro Studi e Archivio della Comunicazione di Parma, coinvolgendo il pubblico attraverso un percorso  che preveda anche seminari, workshop e incontri pubblici.

Il progetto, avviato a marzo scorso, presenta ora il lavoro svolto da Luca Vitone, artista visivo, all’interno dell’Abbazia di Valserena. Nella sua pratica artistica, Vitone ha scelto di confrontarsi sul modo in cui i luoghi si identificano attraverso la produzione culturale (arte, cartografia, musica, cibo, architettura, associazioni politiche e minoranze etniche), ricostruendo percorsi dimenticati all’interno di una sua personale geografia. Arriva a Parma dopo un’importante percorso, che l’ha visto  protagonista di mostre in istituzioni prestigiose tra cui P.S.1 di New York, Palazzo delle Esposizioni di Roma, Casino Luxenbourg, O.K. Centrum di Linz, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, Museion di Bolzano, Biennale d’Arte di Venezia. Dal 2006 è docente presso la NABA Nuova Accademia di Belle Arti a Milano.

L’incontro con Luca Vitone è per venerdì 7 aprile alle ore 17.30 presso l’Abbazia di Paradigna, sede dello CSAC.

 

Info: www.csacparma.it 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here