A Ravenna, nello spazio d’arte contemporaneo Vibra arriva venerdì 5 maggio, alle ore 18.30, INNER, esposizione realizzata dagli emergenti Eldi Veizaj e Claudia Marini, che si riferisce alla ricerca degli artisti che, in maniera distinta e personale, indagano abissi dal sapore primordiale: una dimensione interiore, conosciuta ad entrambi, che si specchia nella natura fino a suonare come una risposta, un inno alla vita nella sua più remota veste.

Scrive Chiara Serri, autrice del testo critico: «Il mare è movimento e amore, è l’infinito vivente indagato dall’artista Eldi Veizaj che, di opera in opera, dipinge l’origine della vita.». È così che, in quelle stesse profondità, troviamo le forme suadenti e vive del lavoro di Claudia Marini che «Si ispira al mondo naturale, alla costanza delle forme che si ritrovano nel macro e nel micro, negli abissi marini così come nelle viscere del corpo umano. Un’insistenza che diventa essenza della sua stessa ricerca»

«Dentro – spiega Michela Bernardini, direttrice creativa Vibra – abbiamo una storia in comune che parla di abisso e come abitanti degli abissi, emergono forme di vita suadenti e colorate che galleggiano, si muovono tra ritagli di reale o impongono il loro passaggio sulle geometrie, crescono e proliferano. Sono i Grovigli di Claudia Marini, che incontriamo nelle profondità, dentro, tra bolle d’acqua che prendono forma ondeggiando in una danza fluida, delicata e forte come l’origine della vita. I “pesci” di Eldi Veizaj, così come la chiusura di un cerchio, custodiscono embrioni, cellule e semi come uteri materni, tracciando i confini obbligati di un viaggio alla ricerca dell’inizio».

Dal 5 maggio al 30 maggio, via M. Fantuzzi, 8, Ravenna, 18.30, info: www.issuu.com/vibra-ravenna  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here