Chiara Lecca è la nuova protagonista del prossimo appuntamento del MCZ territorio, il progetto che ogni anno fa incontrare l’atelier di Carlo Zauli con un artista del territorio. Scultrice dalla ricerca peculiarissima, il Museo Carlo Zauli segue Chiara con interesse e passione sin dai suoi esordi, anche se è per la prima volta ospite del Museo. Come ha scritto Sabrina Samorì, in occasione della mostra che ha visto Chiara Lecca protagonista alle Collezioni Comunali di Bologna nella scorsa edizione di ArtCity: “Decontestualizzando oggetti e materiali dal loro uso e ambiente, Chiara Lecca realizza “nature morte” che si presentano a noi nelle loro forme più affascinanti e rassicuranti come possono essere i fiori recisi o colonne marmorizzate ma, come diceva Eraclito, “la natura delle cose ama celarsi”. Occorre infatti aprire bene gli occhi e sgomberare la mente da falsi pregiudizi per trovare l’intima natura della cose. Man mano che ci avviciniamo e guardiamo le sue opere, si rivelano dinnanzi a noi elementi che sovvertono le convenzioni estetiche ed etiche, destabilizzando le nostre coscienze, creando un dissacratorio cortocircuito tra bellezza e morte.” 

L’intervento di Chiara Lecca sarà visitabile al Museo Carlo Zauli, a partire da lunedì 19 giugno, alle ore 21, fino al prossimo 4 luglio.

Info: www.museozauli.it/

Faenza, Museo Carlo Zauli,  via della Croce 6

(l.r.)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here