Continuano gli eventi al Raum, lo spazio Xing di Bologna: venerdì 10 novembre alle ore 22 l’associazione ravennate Orthographe presenta il suo progetto dal titolo Stanze.

Stanze rappresenta una sorta di viaggio, di racconto per camera preparata. Attraverso luci, suoni e parole si mettono in scena i fenomeni segreti legati ai mutamenti degli stati d’animo. Il risultato è l’affiorare di un universo inquietante i cui confini sono delineati da esprimenti di evanescenza ottica. L’esperimento parte dalla lettura di un testo che tratta di accadimenti interiori. Questo permetterà la formazione nella mente di immagini statiche che da riconoscibili diventeranno piano piano irriconoscibili perdendo la cornice familiare e definita.

Orthographe opera ormai nel campo dal 2004: il suo percorso artistico si sviluppa tra performance teatrale, musica ed arti visive. Gli esperimenti e le ricerche portati avanti in questi anni applicati alle arti visive e teatrali anno portato alla realizzazione di alcuni spettacoli per camera ottica, ma anche a progetti e laboratori per i bambini. La loro sperimentazione si è spinta anche nella combinazione tra fotografia, performing art e cinema da cui sono nati alcuni progetti teatrali di successo, quali Controllo Remoto (2009 Rotterdamse Schouwburg Festival, Rotterdam), la performance pirotecnica ¡Thump flash! (2011 Santarcangelo Festival), l’azione Gorgone sulle leggende della visione (2009-10 Santarcangelo Festival, Art Fall Ferrara, Mondo Forli) e l’installazione catottrica Ars Umbratica (2016 Ravenna Festival).

Venerdì 10 novembre, “Stanze”, Raum Bologna, ore 22 – info: xing.itfacebook.com/xing.it, orthographe.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here