Sul palco del Teatro Petrella, sabato 17 marzo alle ore 21, arriva il secondo capitolo della trilogia che dà vita ai bassifondi e alle periferie della società, dal titolo Pueblo con Ascanio Celestini che, a distanza di due anni da Laika, torna a Longiano per completare il percorso iniziato.

Lo spettacolo, debuttato al RomaEuropa Festival 2017, ripropone il paesaggio urbano e umano del precedente Laika, dando di nuovo vita sul palco al bar, al supermercato, al marciapiede e alla fabbrica, emblemi della fatica di ogni giorno contrapposti alla spensieratezza del luogo di riposo per eccellenza. La cosiddetta aria di periferia incombe su questi luoghi e sui loro abitanti, diventando simbolo di marginalità ma anche di isola dove l’umanità è più viva, forte e visibile.

Il teatro di Celestini si conferma ancora una volta come un eccezionale racconto di vite, di luoghi e di povertà che si intrecciano tra loro dando vita a un’immagine unica ed emozionante. Sul palco insieme a lui c’è un altro personaggio che ascolta le sue parole: si chiama Pietro ed è personificato dalle note del fisarmonicista Gianluca Casadei.

Sabato 17 marzo, Pueblo – Ascanio Celestini, Teatro Petrella Longiano, ore 21 – info: ilteatropetrella.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here