Dal 18 al 26 maggio l’Associazione MU (Clio Casadei, Giovanni Lami, Enrico Malatesta, Glauco Salvo) presenta MAREA, un’esplorazione – nella forma di workshop site-specific e ascolti attivi – della zona portuale di Ravenna. L’intento della rassegna, divisa in due week-end densi di appuntamenti, è quello di innescare meccanismi di ri-appropriazione di un’area che, pur ricoprendo un’importanza vitale per la città, spesso rimane inesplorata dai suoi stessi abitanti.

In linea con questa missione, MAREA si rivolge ad un pubblico vario, incoraggiando lo spettatore ad una partecipazione attiva, e a relazionarsi con il paesaggio urbano in prima persona, in una modalità prima di tutto esperienziale, in cui l’ascolto viene attivato da oggetti quotidiani, o attraverso azioni semplici come il camminare. Il formato del workshop è infatti centrale per MAREA, che privilegia il tempo lungo dell’esplorazione e della riflessione, e dello scambio attivo tra i partecipanti: punto di partenza e centro nevralgico per i laboratori sarà proprio la sede dell’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico, base per la riscoperta delle specificità acustiche e architettoniche della zona. Oltre che al Porto, Marea è ospitata dal MAR di Ravenna, che ne accoglierà l’opening, in programma per il 18 maggio alle ore 18.00, con la mostra e la performance acustica dell’artista olandese Janneke van der Putten, la cui ricerca indaga le possibilità sonore legate alla voce, in relazione a studi di musica e tecniche tradizionali. Alle 21.00 sarà invece la volta di Carlos Casas, che, alla Galleria MAG, presenterà una selezione dei suoi Fieldworks, video documentari che catturano il paesaggio come ritratto, combinando immagini e suono in presa diretta.

Sempre al MAR sarà ospitato (sabato 19, h. 17.00) il progetto Walking from Scores della ricercatrice Elena Biserna, che mette centro del suo lavoro la relazione tra cammino, ascolto e produzione sonora nello spazio urbano, pensati come punto d’accesso privilegiato per interagire con il contesto. I suoi spunti teorici troveranno un riscontro pratico nel il laboratorio di DOM- diretto dai performer Leonardo Delogu e Valerio Sirna (domenica 20, h. 15.00), che lavoreranno all’interstizio tra suono, movimento e percezione spaziale, creando un esito laboratoriale aperto al pubblico. A Darsena pop-up, sarà invece ospitato ALIOSSI, (domenica 20, h. 11.00) l’ormai consolidato formato workshop che Enrico Malatesta – complice Valentina Pagliarani – dedica ai bambini e ai loro genitori, invitati ad a riconoscere e scoprire le potenzialità sonore di oggetti e superfici.

MAREA riprende poi venerdì 25 maggio alle 16.00, con le sessioni di ascolto di HELICOTREMA, il Festival curato dal collettivo Blauer Hase e Giulia Morucchio, che esplora le possibilità dell’ascolto collettivo dell’audio registrato. HELICOTREMA proseguirà anche nella giornata del 26 maggio, sempre nella cornice della Sala dei Mosaici della Biblioteca Classense. I laboratori del secondo week-end, invece, sono affidati a Davide Tidoni, che con il suo A Balloon For… invita ad percepire l’architettura di un luogo grazie alla specifica risposta acustica fornita da una semplice azione: quella dello scoppio di un palloncino; e a Massimo Carozzi, un terzo del collettivo bolognese Zimmerfrei, che si concentrerà sulle potenzialità della ripresa sonora.

Marea si concluderà il 26 maggio con due proposte site-specific: alle ore 21, il Concerto per Fumogeni del trio VAAALR, che sfrutterà le caratteristiche di questi dispositivi per realizzare un’azione performativa ibrida dove la ricerca sonora si fonderà con l’aspetto visivo. In chiusura (h. 22) Massimo Carozzi presenterà all’interno del nuovo chiostro Sapir – mai aperto fino ad ora per progetti culturali – Safari, una diffusione sonora multicanale di materiale registrato in diverse location, capace di creare un nuovo ambiente sonoro che andrà a contaminare quello dell’area dove la performance avrà luogo.
Il programma completo è disponibile su mmmu.it

MAREA è a cura di Associazione MU
in collaborazione con Comune di Ravenna – Regione Emilia Romagna Autorità Portuale di
Ravenna – Propeller Club Ravenna e in sinergia con Danilo Montanari Editore

Irene Rossini

INFO:
mmmu.it
info@mmmu.it

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.