Venerdì 9 novembre riparte la stagione teatrale del Teatro Sociale Novafeltria, gestito dall’Associazione culturale l’arboreto che anche quest’anno si preoccupa di offrire al pubblico una programmazione variegata tra teatro, musica, danza e poesia per un totale di sedici appuntamenti da novembre ad aprile.

La stagione 2018/2019 si apre venerdì 9 novembre alle ore 21 con lo spettacolo A Trebbo con Shakespeare, con Denis Campitelli del Teatro Zigoia liberamente tratto da Shakespeare in dialet di Franco Mescolini. Trebbo, in dialetto Trebb, rimanda agli incontri e ritrovi con amici che in Romagna avvenivano nelle stalle: qui uomini, donne e bambini si trovavano per raccontarsi storie attorno al lume di una lanterna. Nel ristrutturare una vecchia casa colonica viene ritrovato un manoscritto che racconta di Amleto, Romeo e Giulietta e Otello, riscritti da poveri contadini in dialetto romagnolo. Il secondo appuntamento è mercoledì 21 novembre ore 21 con la rivisitazione di Riccardo III di Wiliam Shakespeare, a cura del drammaturgo Francesco Niccolini portato in scena dalla famosa coppia di attori Vetrano / Randisi.

L’appuntamento successivo si terrà venerdì 14 dicembre ore 21 con il Coro Joyspell Gospel Choir che propone Freedom Suite. Un coro composto da tredici cantanti, con special guest Stefano Sardi e la direzione e gli arrangiamenti di Sara Jane Ghiotti, che insieme raccontano in musica un vero e proprio viaggio nella cultura afro americana del canto corale “a cappella”. Il nuovo anno inizia invece giovedì 24 gennaio ore 21, con Ascanio Celestini che presenta il suo famoso Laika, con il quale porta in scena un Gesù improbabile che dice di essere stato mandato molte volte nel mondo e che si confronta coi propri dubbi e le proprie paure.

Il mese di febbraio si apre con il Nerval Teatro che porta in scena, domenica 3 febbraio alle ore 17, Sinfonia Beckettiana – Viaggio nell’immaginario di Samuel Beckett e Alberto Giacometti, che vedrà protagonisti cinque attori diversamente abili alle prese con i classici del teatro beckettiano (Finale di partita, Giorni felici eAspettando Godot), con l’immaginario di Giacometti e le musiche di Arvo Pärt e di Valentin Silvestrov eseguite dal vivo. Domenica 17 febbraio invece avrà luogo un doppio spettacolo che racconta il teatro di narrazione con l’attore Luigi D’Elia: alle ore 17 andrà in scena ZANNA BIANCA – Della natura Selvaggia, mentre alle ore 19.30 sarà il turno di CAMMELLI A BARBIANA – Don Lorenzo Milani e la sua scuola.

Il penultimo spettacolo della stagione sarà Uno Nessuno Centomila di Luigi Pirandello con Enrico Lo Verso che salirà sul palco venerdì 1 marzo alle ore 21. A chiudere ufficialmente la rassegna, domenica 17 marzo ore 21, Lella Costa porta in scena le “Lettere del cuore” di Natalia Aspesi sul Venerdì di Repubblica. QUESTIONI DI CUORE: storie intorno all’amore e alla passione che non cambiano con il passare dei decenni e l’evoluzione del costume.

Teatro Sociale Novafeltria si propone non solo come luogo di spettacolo ma anche come spazio fisico da vivere e dove dare vita a una comunità creativa. Da questo obiettivo nascono una serie di progetti che affiancano gli spettacoli come quelli di “Amici del Teatro, per un teatro di comunità” e del “Biglietto sospeso”. Il primo nasce con l’obiettivo di favorire la partecipazione, i dialoghi con i cittadini e gli spettatori che saranno coinvolti nel supportare e condividere la vita culturale del teatro della città.  Il secondo invece prevede, grazie al contributo dei cittadini, la creazione di un fondo di biglietti gratuiti che saranno messi a disposizione di coloro che al momento non sono in grado di permettersi l’accesso alle attività culturali e di spettacolo.

Tra i progetti rientrano anche i laboratori con le scuole Teatro Scuola Teatro che prevede diversi appuntamenti a partire da giovedì 22 novembre con Classici Contemporanei,  lo spettacolo rappresentato per gli studenti e gli insegnanti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Tonino Guerra” di Novafeltria. Teatro Scuola Teatro continuerà poi con la rassegna Diventare grandi è un gioco da ragazzi incentrata sulla tematica del bullismo, che prevede due appuntamenti: fiovedì 17 gennaio Roberto Mercadini porta in scena La regola dell’eccezione – Monologo su adolescenza, bullismo e dipendenze, mentre giovedì 7 febbraio la Compagnia Fratelli di Taglia porta in scena Norberto Nucagrossa – Storie di un rinoceronte prepotente.

Non solo laboratori per ragazzi, ma nel progetto del Teatro Sociale rientrano anche quelli per gli adulti: il 7 novembre parte infatti il nuovo laboratorio condotto da Alice Toccacieli, dal titolo Incontri Straordinari.

Da venerdì 9 novembre, stagione Teatro Sociale Novafeltria – info: 333.3474242, teatrosocialenovafeltria.itteatrosocialenovafeltria@arboreto.org, 0541.921935, teatrivalmarecchia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.