Il lato oscuro della costa presenta la sesta edizione di Under Fest

0
182

Giovedì 18 aprile alle ore 17 presso il Palazzo dei Congressi di Ravenna prende il via la sesta edizione di Under Fest, il festival di hip hop underground prodotto e organizzato dall’Associazione Culturale Il lato oscuro della costa. Il Festival si sviluppa tra incontri, live e ospiti internazionali.

Alle ore 17.30 verrà inaugurata ma mostra “Under anno per anno“, che documenta le precedenti edizioni del festival con fotografie, video e installazioni. Il Festival prende poi ufficialmente il via con un primo open cypher animato dai freestyler Hydra, Reiven e Kenzie, a cui seguiranno due incontri con protagonisti tre personaggi attivi fin dalle origini dell’hip hop italiano. Il primo, dal titolo “Superfly talk”, sarà in compagnia del giornalista, musicista, produttore, dj, digger e conduttore radiofonico David Nerattini. Attivo fin dalla prima metà degli anni 80, ha fondato insieme a Riccardo Sinigallia la band 6 Suoi Ex, è stato componente del progetto La Comitiva, degli I.H.C. ed attualmente è componente della band La Batteria. Ha prodotto e arrangiato brani per molti musicisti famosi e dal 2009 lavora per Flipper Music, per la quale ha inciso molti album di sonorizzazioni e ricopre il ruolo di produttore ed a&r. Come giornalista ha scritto per numerosissime testate e nel 2003 ha fondato con Silvia Volpato la rivista Superfly. Come conduttore ed ideatore di programmi radio ha lavorato per StereoRai, Radio 2 Rai, Radio Città Futura e Radio Rock. Dal 2004 è parte del team della Red Bull Music Academy e conduce dal 2005 uno show mensile chiamato Extrafly su Red Bull Radio.

Alle ore 21 invece, i due artisti Ice One e The NextOne, personaggi che hanno segnato la storia dell’hip hop italiano dai suoi albori, fino a conquistare il panorama internazionale guideranno l’incontro dal titolo “Legends”. Ice One inizia la sua attività di dj nel 1982, conquistandosi il titolo di pioniere dell’hip hop italiano. Nel 1994 con Il Danno, Masito Fresco e Piotta, forma Taverna Ottavo Colle, poi divenuto Colle der Fomento, coi quali, nel 1995, pubblica l’album d’esordio Odio pieno. Ha collaborato con numerosi artisti nella sua carriera e alcune sue canzoni sono state utilizzate come colonne sonore.

Il programma continua venerdì 19 aprile al Bronson Cafè con un secondo open cypher, alle 17, cui seguirà il talk con il giornalista culturale Federico Sardo, attualmente impegnato nelle testate di Esquire e VICE. Alle 21 avranno inizio i live che vedranno salire sul palco del Bronson rispettivamente Armata del Tronto, File Toy, Reiven, Limon Willis e Dj Dima. Seguirà poi il live showcase di Lil’ Pin & Gionni Gioielli, ideatore di ‘Make Rap Great Again’, una serie discografica che promuove un rap crudo. Subito dopo, toccherà allo special showcase di Johnny Marsiglia, uno dei rapper italiani più apprezzati dalla scena e dalla critica per le sue abilità tecniche, autore di “Memory”, realizzato insieme al producer Big Joe. A chiudere la serata sarà il producer Apollo Brown, attivo dal 1996, oggi considerato uno dei maggiori produttori hip hop a livello mondiale e particolarmente apprezzato per la ripresa contemporanea del suono della golden era. Sul palco con lui ci sarà Rapper Big Pooh (Little Brother) con cui, nel 2015, ha realizzato l’album “Words Paint Pictures“.

Entrambe le serate termineranno con un dj set a cura di The NextOne, al secolo Maurizio Cannavò, considerato uno dei più importanti esponenti italiani della cultura hip hop mondiale. Debutta sulla scena nel 1985, vincendo il primo posto del Break-Dance World Championships della I.D.O. (International Dance Organization). Questo diede inizio ad importanti collaborazioni con grandi artisti, tra cui Afrika Bambaataa che lo accoglie nel gruppo per ballare nelle sue tournee italiane, entrando a far parte della “Universal Zulu Nation”. Nel 1991, trasferitosi a New York, incontra i “Rock Steady Crew”, il più famoso gruppo di breakdance del panorama internazionale, e tra i responsabili della diffusione della danza hip hop nel mondo. The NextOne oggi è riconosciuto come uno dei migliori collezionisti di vinili e specialisti in Italia di black music e suoi derivati.

Il Festival continuerà anche nella giornata di sabato 20 aprile al Bronson Café. Come nelle giornate precedenti, alle ore 17 avranno inizio i Open Cypher insieme a Hydra, Reiven,  Kenzie, Drimer, Mattak, Funky Nano e Limon Willis. Alle ore 18 si terrà invece l’incontro dal titolo La cassa, il rullante, eccetera insieme ai producer Dj Fastcut, Bosca from Real Talk e Frank Sativa. Alle ore 21 ci si sposta al Bronson per dare il via al DEAD POETS 2 Special Edition con DJ FASTCUT, Sgravo, Wiser, V’aniss, Vashish, Kiave, Easy One, Cui Prodest, Hyst, Atpc, 16 Barre, Phedra, Leslie, Tmhh, Ape, Zampa, Lord Madness, Drimer, William Pascal, Mattak & Funky Nano (Poche Spanne), Brenno, Royal Damn & Danny Beatz, per concludere con Alien Dee e Inoki Ness

Giovedì 18, venerdì 19 aprile e sabato 20 aprile, Under Festival, Bronson – informazioni: cisim.lidoadriano@gmail.com / 3896697082 / ccisim.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.