Ultimi giorni della mostra “Picasso. La sfida della ceramica”

0
250
Pablo Picasso, Civetta con testa femminile, ©Succession Picasso / Ph: RMN- Grand Palais (Musée National Picasso - Paris) / Mathieu Rabeau

Termina il 2 giugno la grande mostra “Picasso. La sfida della ceramica” a cura di Harald Theil e Salvador Haro con la collaborazione di Claudia Casali. L’esposizione, che doveva terminare il 13 aprile scorso, è stata prorogata ad ingresso gratuito ed i visitatori potranno accedere al museo dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 14.

Picasso. La sfida della ceramica” si compone di 50 pezzi unici provenienti dalle collezioni del Musée National Picasso-Paris, un nucleo di inestimabile valore e un prestito eccezionale che affronta tutto il percorso e il pensiero creativo dell’artista spagnolo nei confronti dell’argilla. In particolare in questa esposizione, che rappresenta una delle più importanti dedicate al suo lavoro ceramico, sono analizzate le fonti di ispirazione di Picasso, proprio a partire dai manufatti presenti nelle collezioni del MIC. La ceramica classica (con le figure nere e rosse), i buccheri etruschi, la ceramica popolare spagnola e italiana, il graffito italiano quattrocentesco, l’iconografia dell’area mediterranea (pesci, animali fantastici, gufi e uccelli) e le terrecotte delle culture preispaniche che sono esposte in un fertile e inedito dialogo con le ceramiche di Picasso.

Lo scorso 18 maggio, il MIC è stato il primo museo della provincia di Ravenna e della Regione a riaprire le proprie porte ai visitatori che si sono dimostrati entusiasti e felici di poter finalmente tornare a godere delle sue collezioni, testimoniando anche la loro stima per il lavoro svolto sui canali social in questo periodo di chiusura. “Soprattutto, ci ha riempiti di gioia un cartello lasciato da un anonimo all’ingresso del museo con la scritta MIC CI SEI MANCATO“, racconta Claudia Casali, direttrice del MIC di Faenza. Alla riapertura si accompagnano ovviamente le nuove misure di sicurezza che invitano i visitatori a prenotare il proprio ingresso al museo tramite chiamata o mail e a presentarsi muniti di mascherina. All’ingresso verrà rilevata la temperatura e saranno sanificate le mani. Inoltre, il MIC ringrazia il Rotary di Faenza per la donazione di mascherine che verranno utilizzate dal personale del museo e dai suoi visitatori.

Dopo il 2 giugno il Museo sarà aperto dal martedì alla domenica dalle 9 alle 14, chiuso i lunedì non festivi, ma l’ingresso tornerà a pagamento.

Info: 0546 697311, info@micfaenza.org, micfaenza.org/it/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.