A Ravenna torna Ammutinamenti – Festival di danza urbana e d’autore

0
SONY DSC

Ravenna è pronta ad accogliere, dal 12 al 20 settembre, la XXII edizione di Ammutinamenti – Festival di danza urbana e d’autore, organizzato dall’Associazione Cantieri Danza.

Il titolo scelto quest’anno è RESET – L’impossibile è indispensabile, un invito a lasciare andare il pensiero, la fantasia, verso possibilità mai prese prima in considerazione, sentieri alternativi, nuovi modelli utili per rivitalizzarci.

Per questo anno così atipico, inoltre, i tre festival regionali dedicati alla danza contemporanea d’autore, Danza Urbana (2 – 6 settembre), Gender Bender (7 – 18 settembre) e Ammutinamenti (12 – 20 settembre), hanno deciso di creare un coordinamento straordinario sul mese di settembre, con l’obiettivo di offrire una proposta organica e articolata sulla danza contemporanea italiana in regione.

Tra gli spazi protagonisti di Ammutinamenti, c’è la Darsena di città, che inaugura questa nuova edizione sabato 12 settembre (ore 17), con la passeggiata danzata dedicata a Pina Bausch, The Nelken Line, che attraversa le vie del centro di Ravenna per arrivare alla banchina della Darsena, e le Arteficerie Almagià, dove, tra le altre cose, si svolge Giunco: installazione e pratiche open air, di Paola Ponti (coreografa e danzatrice), Giorgia Severi (artista visiva) e Giacomo Gaudenzi (musicista).

Fra gli appuntamenti da ricordare la Vetrina della giovane danza d’autore, dal 17 al 19 settembre, i cui protagonisti sono stati selezionati, attraverso un bando, dagli operatori del Network Anticorpi XL, la rete che dal 2007 ha come obiettivo principale quello di promuove la giovane danza d’autore italiana. Sede di questo evento lo storico Teatro Alighieri, che apre le sue porte alla giovane danza autoriale, e la banchina della Darsena di città, che ospita i lavori creati per un luogo all’aperto. Gli artisti di questa edizione, provenienti da tutta Italia, sono: Jari Boldrini & Giulio Petrucci, Nicola Simone Cisternino, Collettivo Munerude, Lucrezia Gabrieli, Martina Gambardella, Pablo Girolami, Nicolas Grimaldi Capitello, Claudia Lia Latini, Gennaro Andrea Lauro, Nyko Piscopo, Paolo Rosini, Stefania Tansini, Matteo Vignali & Noemi Dalla Vecchia.

Da segnalare anche Prove d’Autore XL, sabato 19 settembre (ore 18.00) sul palcoscenico del Teatro Rasi, che offre a giovani coreografi e coreografe emergenti della danza contemporanea italiana la possibilità di misurare le proprie capacità autoriali confrontandosi con l’ideazione e la scrittura coreografica per ensemble di danzatori di formazione accademica. Protagonisti di questa settima edizione dell’azione sono il duo artistico Ginevra Panzetti-Enrico Ticconi in scena con MMContemporary Dance Company e Giselda Ranieri con il Balletto Roma.

Dall’1 settembre e durante tutte le giornate di Ammutinamenti, si attiva poi Training Days, percorso formativo rivolto a ragazzi e ragazze dai 18 ai 25 anni che desiderano avvicinarsi al mondo dello spettacolo dal vivo, conoscere da vicino le varie figure che vi lavorano , sperimentare le attività di organizzazione, promozione e comunicazione di un evento culturale, partecipare a laboratori tematici e assistere agli spettacoli in programma.

Pure quest’anno non mancherà Nuove Traiettorie (dal 17 al 20 settembre) il progetto formativo del Network Anticorpi XL , grazie al quale alcuni giovani coreografi potranno seguire un programma di lezioni, incontri, confronti e visioni di spettacoli durante le quattro giornate in cui saranno ospiti a Ravenna.

AMMUTINAMENTI 2020, dal 12 al 20 settembre, Ravenna. Per info e prenotazioni: info@festivalammutinamenti.org, www.cantieridanza.it/festivalammutinamenti

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.