Angelica 30: gli appuntamenti di giovedì 8 ottobre a Bologna

0

Angelica, il festival internazionale di musica propone altri due concerti. Giovedì 8 ottobre, sul palco del Centro di Ricerca Musicale / Teatro San Leonardo di Bologna, si esibiranno Christine Abdelnour con Magda Mayas e, a seguire, Massimo Pupillo insieme a Stefano Giust con “A letter to the future”.

Magda Mayas, classe 1979, ha origini libanesi e vive a Berlino. È una pianista e improvvisatrice ed è direttrice del dipartimento di Improvvisazione alla Hochschle für Musik di Lucerna.

Christine Abdelnour, classe 1978, vive in Francia ma è anch’ella di origini libanesi. Ha sviluppato un linguaggio individuale unico al sassofono, producendo suoni simili alla musica elettroacustica.

Entrambe le musiciste sono diventate molto note nell’attuale scena della musica d’improvvisazione, esibendosi nei festival di tutta Europa. Hanno all’attivo tre album: “Teeming” del 2009, “Myriad” del 2013 e “The setting sun is beatiful because of all it makes us lose”, uscito quest’anno per la casa discografica norvegese SOFA.

Massimo Pupillo, romano cresciuto ad Ostia, scopre il basso elettrico a 14 anni, dopo aver sempre suonato la chitarra classica. Membro degli Zu, ha suonato insieme alla band in tutto il mondo: più di 2000 concerti e 18 dischi. Parallelamente agli Zu, Pupillo ha collaborato con artisti tra i più importanti delle avanguardie internazionali, non solo in campo musicale. Tra i tanti nomi spiccano Terry Riley, Alvin Curran, il duo pianistico di Katia & Marielle Labeque, Viktoria Mullova, Giovanni Sollima e la soprano Barbara Hannigan.

Lavora anche nel mondo del rock, della free-improvised music e nella musica sperimentale. Al momento sta lavorando ad un progetto multimediale basato sulle poesie di Gabriele Tinti, interpretate da attori internazionali come Marton Csokas, Malcolm Mc Dowell e Abel Ferrara.

Stefano Giust, nato nel 1968, è un musicista improvvisatore, batterista e compositore dell’etichetta discografica Setola di Maiale. Focalizzato nell’ampio spettro della musica sperimentale, studia da oltre trent’anni le possibili direzioni in campo acustico, elettrico, elettronico e performativo. Come batterista, il suo approccio allo strumento si focalizza sull’impulso ritmico e la sua destrutturazione. Ha pubblicato moltissimi album, a suo nome e come co-leader, suonato in diversi paesi europei e non e ha collaborato con centinaia di musicisti, tra i quali Evan Parker, Thollem McDonas, Philip Corner, Giorgio Pacoring, Giovanni Maier, Clayton Thomas, Xabier Iriondo,  Pierpaolo Capovilla, Keiko Higuchi, Steve Buchanan, Patrizia Oliva, Roy Paci e Catherine Jauniaux. Ha sonorizzato anche cortometraggi, film sperimentali e video arte.

Giovedì 8 ottobre, ore 21, Centro di Ricerca Musicale / Teatro San Leonardo, Bologna, via San Vitale 63-67. Per info: 051 240310, info@aaa-angelica.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.