MalatestaShort Film Festival ai nastri di partenza

0

Dopo un ricco programma di anteprime ed eventi speciali, il MalatestaShort Film Festival è pronto ad entrare nel vivo della propria programmazione: il festival internazionale di cinema breve torna infatti a Cesena dal 13 al 21 novembre.

All you can see è il titolo di questa quinta edizione che con questa formula ammicca al fortunato all you can eat, per offrire ai propri pubblici un menù cinematografico estremamente variegato. Il programma infatti vede affiancarsi al tradizionale Concorso Internazionale per Cortometraggi alcuni film fuori concorso ed eventi speciali, come la serata d’inaugurazione all’insegna del cinema d’archivio e i focus su Africa e Emilia-Romagna.

Sono ben 575 i film candidati quest’anno al Concorso Internazionale per Cortometraggi, provenienti da ben 63 paesi, e la selezione attuata da una giuria di esperti ha portato ad ammettere 93 di questi titoli. Come ogni anno, l’obiettivo del Concorso è quello di offrire uno sguardo internazionale sulla produzione: per questo motivo compiano molteplici tipologie di generi e di tematiche affrontate, film indipendenti e opere di importanti case di produzione e distribuzione. Le opere selezionate sono state suddivise nelle quattro categorie di Best Fiction, Best Animation, Best Documentary e Best Experimental. Tutti i film di questa sezione verranno proiettati nel corso delle giornate di Festival presso il Multisala Cinema Eliseo in lingua originale, sottotitolati in italiano. In programma anche una sezione fuori concorso: una selezione di 10 cortometraggi ultra brevi, in partnership con il 7 SIFF di Buenos Aires che verranno presentati nella giornata di martedì 16 novembre. Questa sezione porta al Cinema Eliseo anche alcuni importanti ospiti a partire dagli elementi che compongono la troupe di “Ballerina”, del riminese Kristian Gianfreda (13 novembre). Tra gli ospiti sarà presente anche il produttore del documentario bolognese a tematica LGBT sulla vita di Porpora Marcasciano “Divieto di transito”, Vittorio Martone (16 novembre) e il cesenate DOP Luca Nervegna, Direttore della fotografia in importanti produzioni di cinema italiano che presenta il cortometraggio fuori concorso di Valentina Casadei “Giusto il tempo per una sigaretta”.

Il Festival si apre però con un evento speciale dedicato al cinema d’archivio: Re-framing home movies. Residenze di cinema d’archivio e film di famiglia, una mostra realizzata in collaborazione con il FAI di Cesena e allestita presso una nuova ala di Palazzo Romagnoli, da poco aperta al pubblico e comprendente una cappella votiva ad uso privato e saloni decorati con vedute piranesiane. All’interno di queste sale il pubblico potrà essere guidato dai volontari del FAI in una visita delle opere in video e dei libri d’artista realizzate dagli autori del progetto Re-framing home movie. Una visita guidata che unisce in un unico percorso le bellezze artistiche e architettoniche del Palazzo storico e le opere in mostra. Inoltre, nei sotterranei del Palazzo sarà possibile vedere una selezione di film realizzati nell’ambito delle tre edizioni del progetto di residenze d’archivio e domenica 14 novembre si terrà un approfondimento insieme agli autori e curatori del progetto.

Un’altra parte del programma del MalatestaShort Film Festival è rappresentata dalla sezione dedicato al cinema prodotto nella Regione Emilia-Romagna. Pitch Day: focus cinema Emilia Romagna è il titolo della giornata di sabato 20 novembre presso Spazio Marte, che vede in programma una tavola rotonda in grado di mettere a confronto professionisti del settore e giovani autori e autrici. Un vero e proprio pitch che permetterà ai professionisti di essere ascoltati da produttori interessati a nuovi progetti. Nel corso dell’incontro verranno presentati i progetti selezionati, dando così vita a una sessione di formazione volta ad approfondire il passaggio dall’idea al film.

Ultima, ma non di minore importanza, parte del programma del Festival è dedicata alla sezione Concorso Extended Cinema, in programma nel pomeriggio di domenica 21 novembre all’Ex Roverella, corte Dandini: una sezione giovane, nata appena un anno fa con l’obiettivo di allargare il campo delle visioni cinematografiche e di accogliere nuovi spettatori anche da altri ambiti. Ecco spiegato il perché del concetto di Extended Cinema nel titolo, che suggerisce di guardare a nuovi spazi e a nuove tipologie di esperienze filmiche e di visione. Accanto ad una selezione di film che analizzano il rapporto del cinema con gli spazi turistici, culturali e pubblici della città di Cesena, per questa sezione del Concorso si è scelto di focalizzare l’attenzione sulla cinematografia del continente africano, cercando di scardinare alcuni stereotipi sull’Africa e presentando un tipo di cinema fresco, innovativo, dalla forte vocazione femminile, che adotta perfino gli stilemi e i linguaggi dell’arte e della moda.

Info: malatestashort.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.