Teatro Socjale, riflettere a teatro sul gioco d’azzardo

0
Alessandro Argnani, Christian Ravaglioli - Slot Machine

Si accendono le luci sul palco del Teatro Socjale di Piangipane: ospite delle giornate di martedì 30 novembre e mercoledì 1 dicembre saranno il Teatro delle Albe con lo spettacolo Slot Machine seguito dalle Anime Specchianti in Partita aperta. Il modo più sicuro di ottenere nulla da qualcosa. Due spettacoli (ore 20.30) dedicati al gioco d’azzardo che offrono una profonda riflessione su una delle piaghe sociali del nostro tempo.

Si parte martedì 30 novembre con Slot Machine: sul palco Alessandro Argnani del Teatro delle Albe, accompagnato dalle musiche dal vivo di Christian Ravaglioli, affronta la caduta abissale di un giocatore, il suo annegare nell’azzardo. Una fine amara lo attende, mentre è in preda a un delirio di potenza, colpito a morte dai suoi strozzini, allo stesso tempo vittima e carnefice. Con questo spettacolo il Teatro delle Albe invita i suoi spettatori a interrogarsi sulla propria natura e a comprendere il concetto, l’essenza e la presenza millenaria nella storia dell’umanità di questa dipendenza che può manifestarsi come una voragine di autodistruzione solitaria o, al contrario, come il senso dello stare insieme. Il gioco come strumento demonico o come danza angelica: una natura enigmatica che Slot Machine cerca di sviscerare.

Mercoledì 1 dicembre saranno invece le Anime Specchianti ad essere protagoniste del palco di Piangipane con Partita aperta. Il modo più sicuro di ottenere nulla da qualcosa: ancora una volta una riflessione sul gioco d’azzardo, che ripercorre gli stati d’animo e le emozioni che provoca la dipendenza. Portare sul palco la compulsione da gioco d’azzardo permette di trasmettere al pubblico i meccanismi che vincolano le persone che ne soffrono, di far conoscere come superarla e le opportunità reali per chiedere aiuto. Uno spettacolo che nasce dagli incontri tra le interpreti Martina Cicognani, Francesca De Lorenzi, Giorgia Massaro, Chiara Nicastro, la psicologa Chiara Pracucci ed ex giocatori compulsivi. Incontri che hanno permesso di comprendere come tutti in realtà siamo potenziali giocatori e che la consapevolezza dei meccanismi che conducono alla compulsione è forma di prevenzione.

Info: 0544 36239 \ 333 7605760, biglietteria@ravennateatro.com, ravennateatro.com 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.