Due ristoranti romagnoli premiati!

0
Il Fenicottero Rosa

 

Il Fenicottero Rosa di Faenza e il Ristorante Cruderia Al Porto di Cervia premiati nella guida Emilia-Romagna a Tavola, curata da Andrea Grignaffini e Alberto Cauzzi, edita da Post Editori in collaborazione con Passione Gourmet.

La guida è stata pensata come un viaggio alla coperta dei migliori ristoranti, pizzerie, vini e prodotti del territorio: un luogo ricco di imprese e di piccoli produttori, capaci ogni giorno di valorizzare un tesoro unico di competenze e tradizione. 100 ristornati, 30 pizzerie, 25 vini, 26 prodotti del territorio.

Fra i tanti punti di interesse segnalati, 13 attività sono state premiate secondo una serie di categorie, caposaldo inamovibile dell’intero lavoro.

Il Fenicottero Rosa è stato premiato per lo chef Alessandro Giraldi, riconosciuto come “Il giovane dell’anno” per la “tenacia e la dedizione con cui ha sostenuto la sua passione per la cucina, per il desiderio continuo di imparare e di confrontarsi trovando una propria via e uno stile in cui riconoscersi”.

Il Ristorante Cruderia Al Porto invece è stato riconosciuto il migliore per “La miglior carta delle bollicine”, definita “un inno alla vita, un invito al dinamismo, in un moto di risalita dal basso verso l’alto, è un sorso di paradiso in terra con lo sguardo dritto al cielo”.

 

Al Porto

 

Andrea Grignaffini è membro della direzione esecutiva della Guida Ristoranti dell’Espresso e consulente enogastronomico di ALMA. È co-curatore della Guida Espresso Vini e della Guida Espresso salumi, è stato coautore dell’Enciclopedia del Vino. Ha partecipato numerose volte a programmi televisivi in veste di giurato o di opinionista come La Prova del Cuoco, Matrix, Masterchef, Cuochi e Fiamme. Nel 2012 ha curato e ideato il premio Best Italian Wine Awards con Luca Gardini e nello stesso anno vince il Prix du Sommelier dell’Académie Internationale de la Gastronomie. Collabora con La Gazzetta di Parma e La Gazzetta dello Sport.

Alberto Cauzzi, Imprenditore della New Economy con il pallino dell’enogastronomia, gira il mondo a caccia del miglior ristorante di alta cucina, non ancora trovato. È stato l’ideatore ed è il presidente del progetto Passione Gourmet. Le sue passioni: l’avanguardia misurata in cucina e i grandi vini di Borgogna.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.