inaugurazione festival Crossroads: Melingo in concerto a Casalgrande

0
100

Il lunghissimo viaggio della 25a edizione del festival itinerante Crossroads parte come da tradizione dal Teatro Fabrizio De André di Casalgrande (RE), che domenica 3 marzo alle ore 21:15 ospiterà il concerto di Melingo, cantante (e clarinettista) argentino che interpreta nella maniera più vivida e conturbante il frutto musicale più ‘peccaminoso’ della sua terra, il tango. Con lui si esibiranno Lalo Zanetti (pianoforte e voce), Romain Lecuyer (contrabbasso e voce) e Facundo Torres (bandoneon).

Dopo un passato da rocker, Melingo è diventato il rivoluzionario del tango e della milonga, cantore di una Buenos Aires (dove è nato nel 1957) fatta di vita bohemien, di esperienze intense, di locali notturni e cabaret, di avventure furiose e sovreccitanti, di sensibilità al limite dell’allucinazione. In fin dei conti, con la sua voce brunita del tutto fuori dell’ordinario e la magnetica presenza sul palco, Melingo non fa altro che cantare la propria vita, un’esistenza talmente intensa che non poteva che trasformarsi in una strofa di tango. Senza travisarne le radici, Melingo ha dato nuova foggia, stranita e onirica, alla tango canción codificata da Carlos Gardel. Con la sua estetica che accosta semplicità ed eccesso, rispetto e irriverenza, ortodossia ed eresia, Melingo ha reinventato la musica di Buenos Aires.

I tanghi di Melingo sono anticonvenzionali, talvolta infiltrati di blues e di jazz, sofisticati ma pur sempre legati alla narrazione della vita dei bassifondi: storie forti, che traggono linfa dalle pagine di Federico García Lorca, Evaristo Carriego, Borges, Bukowski e che l’artista proietta in un teatro espressionista con la sua voce tormentata. Scordatevi il tango da film hollywoodiano: quello di Melingo è sporco e carnale, caratterizzato da arrangiamenti atipici, musica vissuta e niente affatto da cartolina turistica. Melingo sta all’Argentina come Tom Waits agli Stati Uniti e Paolo Conte all’Italia: e se del primo possiede la voce scavata, col secondo condivide l’intonazione ironica e ammiccante.

Crossroads 2024 è organizzato come sempre da Jazz Network in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Paesaggio della Regione Emilia-Romagna e con il sostegno del Ministero della Cultura e di numerose altre istituzioni. Crossroads fa parte di Jazzer powered by Gruppo Hera e vanta il patrocinio di ANCI Emilia-Romagna. Il concerto è realizzato in collaborazione con l’Assessorato Tempo Libero del Comune di Casalgrande. Biglietti: prezzo intero euro 16; ridotto 14.

 

Informazioni

Jazz Network, tel. 0544 405666, e-mail: info@jazznetwork.it

website: www.crossroads-it.orgwww.erjn.itwww.jazznetwork.it

 

Indirizzi e Prevendite:

Teatro De André, Piazza Ruffilli 1, tel. 0522 1880040.

Biglietteria serale dalle ore 20, tel. 334 2555352.

Informazioni e prenotazioni: tel. 0522 1880040 (da martedì a sabato ore 9.00-13.00; martedì e giovedì ore 15.30-19.30), info@teatrodeandre.it, www.teatrodeandre.it.

Prevendita on-line: www.vivaticket.com, www.crossroads-it.org.