degregori2011_03Ancora con la bocca amara dopo il concerto naufragato nel diluvio l’estate scorsa, ci prenotiamo due belle poltrone in platea all’Alighieri, ignari però che ci troveremo di fronte uno dei migliori De Gregori di sempre. “Santa voglia di vivere” “sempre e per sempre dalla stessa parte”, quella della poesia in musica, quella dei personaggi  che la popolano: il sergente innamorato, l’arrotino con il suo know-how, la donna cannone, fragile fiore. Quella poesia in  musica che mette, a volte quasi crudelmente, a nudo le nostre contraddizioni di popolo di eroi comuni e ciarlatani imbonitori. “Viva l’Italia!” e viva questo De Gregori ispirato ed a suo agio, circondato da musicisti bravissimi, che ci saluta con una magistrale “Buonanotte fiorellino”, poi ci dice che dopo aver addormentato i bambini ci vuole qualcosa di più vivace.. e ci ricanta “Buonanotte fiorellino” a ritmo di un’ironica marcetta. Grande! (Vince & Silvia)

Visto il 16 maggio, De Gregori, Ravenna, Teatro Alighieri

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here